Vikey, la startup per i soggiorni 2.0: green, tech e sicuri

- di: Redazione
 
Nata nel 2016 con la missione di rivoluzionare il settore dell’ospitalità, digitalizzando completamente l’accoglienza degli ospiti per case vacanze, hotel e B&B, la startup Vikey è oggi una delle aziende innovative italiane del settore hospitality a più alto potenziale di crescita. Cresciuta grazie al supporto di LVenture Group e con oltre 1,6 milioni di euro raccolti da diversi Fondi di investimento, oggi Vikey è presente in 9 Paesi, con oltre 4000 strutture ricettive affiliate per un totale di 500k prenotazioni gestite.

Dopo aver ideato il self check-in, grazie a cui gli ospiti in seguito alla verifica dei documenti, possono aprire le porte di appartamenti o camere da smartphone, nel 2021 la startup ha lanciato la domotica Vikey4 che permette di controllare da remoto di consumi, rumore, occupazione, incendi e allagamenti, ottimizzando tempi e costi del servizio di ospitalità professionale.

“Abbiamo voluto dare una risposta concreta ai bisogni di un nuovo modo d’intendere il soggiorno”, spiega Luca Bernardoni, CEO e Co-founder di Vikey.

L’emergenza legata alla pandemia da Covid-19, infatti, ha accelerato e diffuso alcune macro tendenze che erano già presenti nel mondo dell’accoglienza turistica. Prima di tutto la valorizzazione del tempo, non solo come modalità di viaggio - il famoso slow tourism - ma anche come bisogno dell’ospite di svolgere in maniera rapida e senza bisogno di rivedere i propri piani, le incombenze burocratiche relative al soggiorno, dal pagamento alla registrazione degli ospiti. Poi l’ecosostenibilità: sono sempre di più i viaggiatori che cercano soluzioni virtuose che impattino sempre meno sull’ambiente sia negli spostamenti che durante la permanenza nelle strutture ricettive.

Infine, l’innovazione tecnologica. Se c’è una cosa che la pandemia ha insegnato è che il digitale può diventare un grande alleato, per tutelare la privacy e anche per garantire la sicurezza degli ospiti. “Siamo davanti a un’evoluzione del modello di turismo e di accoglienza, un modello che semplicemente prima non esisteva - ricorda Bernardoni - con Vikey offriamo risposte smart ai nuovi bisogni dei viaggiatori e degli operatori, la nostra startup usa la tecnologia per rendere accessibile a tutti la nuova era del turismo che crediamo sia destinata a imporsi sempre di più nel post-pandemia”.

Innovativa, green, sicura e veloce, Vikey4 è la soluzione avanzata di Vikey in linea con la nuova visione di turismo e ospitalità. Con Vikey gli ospiti possono prendere possesso della stanza o della casa, aprendo il portone d’ingresso e la porta con il proprio telefono senza bisogno di attendere l’host e senza scaricare nessuna app. Vikey è in grado di svolgere prima dell’arrivo degli ospiti tutte le incombenze amministrative, dall’invio dei documenti alla questura al pagamento del soggiorno e della city tax, e assicura privacy e libertà di movimento all’ospite che potrà così arrivare in qualsiasi orario, entrando in autonomia, senza attese, e al tempo stesso garantisce una gestione “non impegnativa” all’host che non dovrà più rinunciare alle prenotazioni last minute o late check-in. Un miglior uso del tempo, quindi, non solo per gli ospiti ma anche per host e albergatori che, sollevati dalla burocrazia, potranno concentrarsi sull’accoglienza.

Nata dall’esperienza sul campo di uno dei suoi fondatori, oggi Vikey non si limita a rendere più veloce l’accoglienza, ma lancia sul mercato la reception completamente virtuale che migliora l’esperienza dei viaggiatori e il lavoro di chi gestisce l’ospitalità. Vikey4, infatti, non si ferma al check-in. Con il nuovo dispositivo, i sensori integrabili e la nuova dashboard accessibile da desktop, tablet o mobile è anche possibile monitorare i consumi, risparmiando così sui costi energetici e incidendo sulla sostenibilità del soggiorno: se gli ospiti dimenticano il riscaldamento o le luci accese, ma anche se si crea troppa umidità nella stanza, l’host può intervenire da remoto per ripristinare le migliori condizioni per i suoi ospiti e per l’ambiente. Uno strumento in più anche contro imprevisti, come allagamenti o incendi: Vikey4 rileva la presenza di fumo e di acqua, inoltre il dispositivo è anche in grado di rilevare rumori che potrebbero infastidire gli altri ospiti o i vicini. Vikey4 avverte in tempo reale l’host e garantisce così un intervento tempestivo. È possibile, inoltre, impostare comandi automatici che rendono più green il soggiorno, regolando ad esempio la temperatura dei termosifoni, o spegnendo il condizionatore se nessuno è presente in struttura.

E con Vikey anche il concierge è virtuale: direttamente dal catalogo presente nella web app, infatti, gli ospiti possono acquistare e prenotare servizi aggiuntivi come la cena, il transfer, le visite guidate messe a disposizione dall’host. Si apre così una nuova era dell’hospitality 2.0: dal check-in alla cura dell’ospite, l’host può lavorare in modo veloce e sicuro, garantendo tempestività e riservatezza. Un’attenzione al soggiorno degli ospiti a 360°, in tempo reale, 24 ore su 24, 7 giorni su 7, ma da remoto e nel totale rispetto della privacy.
Il Magazine
Italia Informa n° 5 - Settembre/Ottobre 2021
Iscriviti alla Newsletter
 
Le ultime Notizie