Tassi, Panetta (Bce): "Non lontana la fine dei rialzi"

- di: Redazione
 
La Banca centrale europea potrebbe essere a un punto di svolta nella sua politica di rialzi dei tassi di interesse? Ieri Christine Lagarde, presidente della Bce, ha accennato per la prima volta alla possibilità che il forte aumento dei tassi di interesse potrebbe presto interrompersi. Alla dichiarazione di Lagarde hanno fatto eco le parole di Fabio Panetta, uno dei sei membri del comitato esecutivo della Bce, considerato il più favorevole all'allentamento della politica monetaria. Per Panetta l'istituto “non è lontano” dalla fine del rialzo dei tassi, dicendo comunque, in una intervista al quotidiano francese Le Monde, di temere anche una "recessione tecnica" per la zona euro nel 2023.

Tassi, Panetta (Bce): "Non lontana la fine dei rialzi"

Nel corso dell'intervista, Fabio Panetta, ha detto che ''l'inflazione è troppo alta, ma non c'è motivo di preoccuparsi. Stiamo facendo tutto il possibile per ridurre l'inflazione al 2%. In meno di un anno abbiamo alzato bruscamente i nostri tassi di interesse, portandoli dal -0,5% al 3,25%, e l'inflazione sta rallentando, come dimostrano i dati pubblicati giovedì primo giugno lo confermano''. Stando alle rilevazioni ufficiali, l'inflazione nella zona euro è passata dal 7% di aprile al 6,1% di maggio.

Rispondendo ad una domanda sul tempo che occorrerà per riportare l'inflazione ad un ''livello ragionevole'', che potrebbe essere intorno a 3%, Panetta ha detto che ''le nostre ultime proiezioni macroeconomiche suggeriscono un'inflazione intorno al 3% all'inizio del 2024 e vicina al 2% nel 2025, senza ovviamente tenere conto di eventuali nuovi shock''.
Il Magazine
Italia Informa n° 4 - Luglio/Agosto 2023
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli