"Sport e Salute" con Lavazza per la ripartenza dello sport dilettantistico

- di: Daniele Minuti
 
È stato ufficialmente presentato, con una conferenza stampa tenuta nella sede del Circolo del Tennis del Foro Italico, il progetto congiunto portato avanti da "Sport e Salute" con Lavazza, che ha come obiettivo la ripartenza dello sport dilettantistico. L'evento si è tenuto alla presenza del presidente e amministratore delegato di Sport e Salute, Vito Cozzoli, e del Regional Director Italia e Svizzera del Gruppo Lavazza, Igor Nuzzi (insieme nella foto), con la partecipazione di Manuele Di Centa e Luigi Mastrangelo e la moderazione di Valerio Piccioni.

Cozzoli ha spiegato: "Il modello di collaborazione virtuosa con Lavazza ci porterà a contribuire al rilancio dell'associazionismo sportivo, con al centro persone e famiglie: la società ha un'anima industriale e una sociale, quindi non potevamo scegliere gruppo migliore per le nostre finalità. Lavazza può essere molto più di un semplice sponsor, dato che ha mostrato di volersi impegnare per lo sport, un palcoscenico fatto di passioni ed emozioni, al pari di quello professionistico".
 
Nuzzi ha poi aggiunto: "In questi anni abbiamo accresciuto l'impegno in questo mondo e oggi vogliamo affrontare una nuova sfida, sostenendo migliaia di associazioni e società dilettantistiche messe in difficoltà dalla crisi. Con questo progetto puntiamo a supportare gli sportivi favorendo la ripresa dell'attività, sia in gruppo che individuale, perché questo possa rappresentare un momento sociale nella loro vita: dal 3 agosto, le Associazioni Sportive Dilettantistiche italiane potranno aggiudicarsi buoni per materiale sportivo del valore complessivo di 100.000 euro, partecipando a un concorso che permetterà ai clienti Lavazza di supportare online la propria ASD/SSD preferita, con prove attraverso una serie di Tik Tok challenges".

Un'iniziativa che punta a ricostruire il mondo dello sport italiano dalle basi fino al vertice, come spiegato dall'ex calciatore Claudio Marchisio, intervenuto nella conferenza stampa: "Se si riesce a raggiungere risultati sportivi importanti come la vittoria degli Europei, è perché esistono delle piccole società dove i ragazzi iniziano a fare sport, che sono la base di tutto. Lo sport parte dalle associazioni sportive dilettantistiche, che rappresentano delle risorse preziose e da proteggere".

Il Magazine
Italia Informa n° 5 - Settembre/Ottobre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli