Alimentare: timori di rialzi di prezzi per il riso dopo lo stop indiano all'export

- di: Redazione
 
La decisione dell'India di vietare, a partire da ieri, le esportazioni di riso bianco non basmati rischia di fare aumentare i prezzi su mercati internazionali. La decisione è stata adottata dal governo di New Delhi come tentativo estremo per frenare la corsa dei prezzi dei prodotti alimentari.

Alimentare: timori di rialzi di prezzi per il riso dopo lo stop indiano all'export

L'India sta lottando con gli alti prezzi di verdura, frutta e cereali. Tra quelli di largo consumo coinvolti nella spirale dei prezzi ci sono i pomodori, aumentati nel 300 per cento nelle ultime settimane, a causa delle avverse condizioni climatiche che hanno condizionato il raccolto. L'aumento dei prezzi alimentari potrebbe spingere l'inflazione oltre il 4,5 per cento annuo.

In una nota, il ministero dei Consumatori ha spiegato che, con il divieto, si potrà garantire una ''adeguata disponibilità'' di riso bianco non basmati in India, oltre a “placare l’aumento dei prezzi nel mercato interno”.
L’India è il principale esportatore di riso al mondo , rappresentando oltre il 40% del commercio mondiale di riso, nonché il secondo produttore dopo la Cina.
Secondo alcuni analisti, la misura colpirà soprattutto Paesi della regione, quali Bangladesh e Nepal, principali importatori di riso indiano, in un panorama più generalizzato in cui le nazioni che dipendono fortemente dal riso vedrebbero aumentare esponenzialmente l’insicurezza alimentare.

Secondo il ministero dei Consumatori indiano, il riso bianco non basmati costituisce circa il 25% delle esportazioni di riso dell’India. Quindi, gli importatori potrebbero rivolgersi a fornitori alternativi nella regione, come Thailandia e Vietnam.
I prezzi del riso stanno già oscillando ai massimi del decennio , risentendo fortemente delle incertezze sullo scacchiere globale, non ultime le conseguenze dell'invasione russa dell’Ucraina nel febbraio 2022.
Dopo l'annuncio di ieri il Futures del riso grezzo è aumentato dell′1% in più per attestarsi a 15,8 dollari per quintale.
Il Magazine
Italia Informa N°5 - Settembre/Ottobre 2023
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli