La politica del personale di Open Fiber continua a mietere riconoscimenti

- di: Redazione
 
Si respira, per i corridoi della sede centrale di Open Fiber, l'aria delle grandi giornate perché la società ha ottenuto, nel volgere di poche ore, due importanti riconoscimenti, che hanno certificato la bontà di una politica del personale che il management di OF ha sempre messo tra le sue priorità.

Nuovi riconoscimenti per la politica del personale di Open Fiber

Open Fiber, per il terzo anno di fila, ha ottenuto la certificazione di "Top Employer Italia", che attesta la bontà delle politiche del personale portate avanti in una azienda che, peraltro, persegue sin dall'inizio della sua attività una comunanza di interessi tra tutti i suoi dipendenti, quale che siano le loro qualifiche o la loro età. Open Fiber ha poi ottenuto il Great Place to Work Institute, la cui attribuzione dipende dall'esito di un sondaggio anonimo (cui sono chiamati a partecipare i dipendenti delle aziende) e che premia le aziende che si contraddistinguono per gli ambienti di lavoro eccellenti, per la qualità dei rapporti che in essi si sviluppano e per l'attuazione di ''best practice'' basate sulla centralità della persona.

Due riconoscimenti prestigiosi che non potevano che essere accolti con soddisfazione dai vertici di Open Fiber, a cominciare da Ivan Rebernik (nella foto), direttore del Personale e responsabile dell'Organizzazione e dei Servizi.
"È particolarmente significativo" - ha detto Rebernik - "avere ottenuto i due riconoscimenti quasi in simultanea, a conclusione di un anno importante e complesso e all'inizio di un periodo di intense trasformazioni sociali e del mondo del lavoro. Ci incoraggia sapere" - ha proseguito Rebernik - "che il nostro progetto di creare un ambiente di lavoro agile, stimolante ed inclusivo é apprezzato e riconosciuto, soprattutto dai nostri colleghi".

L'anno che si appena concluso, e che è stato ancora di emergenza, ha comunque fatto emergere le scelte coraggiose di Open Fiber che, nonostante il perdurare della crisi, ha deciso di continuare ad investire sul personale, sia proseguendo nelle assunzioni di giovani di prospettiva che sullo sviluppo professionale dei suoi dipendenti.
Open Fiber, poi, come si sottolinea in un comunicato, ha ''consolidato i programmi di welfare e di caring, ponendo una particolare attenzione ai nuovi bisogni emersi, quali il benessere fisico, emotivo e familiare''.

Un'azienda quindi che ha sempre ''scommesso'' sulle persone, considerate come parte integrante di un progetto impegnativo e anche ambizioso, ma che s'è dimostrato solido, alla luce dei risultati che Open Fiber ha conseguito.
La politica di sostenibilità di Open Fiber trova conferma in quanto sta facendo per connettere il Paese e quindi superare il ''digital divide''. Tutto questo con il chiaro obiettivo di migliorare la vita dei cittadini, attraverso la costruzione di un'infrastruttura di rete in fibra ottica, che consente di ridurre le disuguaglianze, distribuire più equamente le opportunità e accompagnare la trasformazione verso un modello di sviluppo sostenibile che tuteli l'ambiente e le persone.
Il Magazine
Italia Informa n° 4 - Luglio/Agosto 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli