Misiani: "Non scartiamo l'ipotesi di utilizzare il MES"

 
Il momento per l'Italia è sempre più difficile: la crescita dei contagi da Covid-19 porta a nuove misure restrittive del Governo nel tentativo di rallentare la salita della curva, scelte che inevitabilmente hanno un impatto fortissimo sull'economia del paese.

Fondamentali ora saranno gli aiuti stanziati dall'esecutivo, per tamponare le difficoltà dei cittadini che in queste settimane hanno enormi difficoltà a lavorare per chiusure e limitazioni imposte dai dpcm.
Di questo e altro ha parlato Antonio Misiani in un'intervista rilasciata a Repubblica. Il viceministro dell'Economia ha innanzitutto parlato delle prossime mosse del Governo nell'eventualità di un ulteriore peggioramento della curva dei contagi.

"In base al quadro epidemiologico del paese e alle sue misure restrittive" - ha spiegato Misiani - "capiremo se sarà per noi necessario chiedere nuove risorse per la legge di Bilancio, ma potremo capirlo solo nelle prossime settimane. I due decreti Ristori sono stati coperti restando nell'ambito degli scostamenti di bilancio a cui il Parlamento aveva già dato il via libera. Per quanto riguarda la legge di Bilancio invece, arriverà in aula in settimana e seguirà due binari: da un lato le risorse per aiutare i cittadini nella crisi come aiuti per i settori in ginocchio e ammortizzatori sociali, dall'altro progetti e riforme che vadano in direzione dello sviluppo sostenibile con gli investimenti pubblici che supereranno il 3% del Prodotto Interno Lordo".

Durante l'intervista, il ministro ha ribadito che "le risorse potrebbero anche finanziari nuovi interventi che potrebbero diventare obbligati nell'ipotesi dell'introduzione di nuove misure per rallentare i contagi".

In chiusura, un commento allo scenario di utilizzo dei fondi MES: "Non possiamo permetterci di scartare a priori nessuna ipotesi in un periodo così complicato. Il MES è uno strumento che potenzialmente può essere conveniente e utile: potremmo utilizzarlo ma ricordiamoci che non si tratta di un contributo a fondo perduto. È un prestito".
Il Magazine
Italia Informa n° 5 - Settembre/Ottobre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli