Musk non paga il fitto della sede di Twitter e il proprietario gli fa causa

- di: Redazione
 
Elon Musk, quello che fino a pochi mesi era considerato il re Mida della finanza, sembra avere perso il suo tocco magico, tanto che, cercando di portare le spese di Twitter il più vicino possibile allo zero, avrebbe smesso di pagare il fitto di uffici della piattaforma.

Musk non paga il fitto della sede di Twitter e il proprietario gli fa causa

Secondo la stampa di San Francisco - è lì che si trova la sede, al trentesimo piano di un edificio nel centro della metropoli californiana - Twitter deve 136.260 dollari di affitto scaduto, per il quale il proprietario ha avviato una azione giudiziaria. Il 16 dicembre scorso, il proprietario dei locali (che non sono quelli della sede principale di Twitter a San Francisco) ha inviato un avviso alla società di social media informandola che sarebbe stata considerata inadempiente se non avesse pagato entro cinque giorni. Termine scaduto senza che il pagamento fosse fatto. Secondo il contenuto della citazione, il proprietario, una società immobiliare, chiede un risarcimento danni pari all'affitto arretrato, oltre alle spese legali e altre. Twitter ha firmato un contratto di locazione di sette anni per gli uffici nel 2017.

L'affitto mensile è stato di 107.526,50 nel primo anno intero e aumenta gradualmente fino a 128.397 al mese nel settimo anno. Twitter, quando è stata contattata dai media per un commento sulla vicenda, non ha risposto. Cosa che potrebbe essere anche giustificata dal fatto che, da dopo l'acquisizione da parte di Musk, l'azienda parrebbe non avere più una struttura per i rapporti con i media.

Musk ha acquistato Twitter per 44 miliardi di dollari a ottobre. La maggior parte della ricchezza di Musk è legata alla sua proprietà delle azioni Tesla, che hanno perso più della metà del loro valore da quando ha assunto la proprietà della piattaforma. Per finanziare l'operazione, ha venduto quasi 23 miliardi di dollari di azioni della società di veicoli elettrici. Oltre a non pagare l'affitto e licenziare i lavoratori, il Twitter di Musk ha messo all'asta anche mobili per ufficio di fascia alta, attrezzature da cucina e altre ''reliquie'' del passato, quando Twitter contava oltre 7.500 lavoratori a tempo pieno in tutto il mondo, con benefit elevatissimi. Si calcola che circa i tre quarti dei dipendenti di Twitter abbiano lasciato l'azienda, perché licenziati, licenziati o licenziati.
Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2023
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli