Sostegni bis: come ottenere il bonus Inps per lavoratori stagionali

- di: Daniele Minuti
 
Per i lavoratori dipendenti stagionali e in somministrazione del settore termale e dello spettacolo, gli autonomi sprovvisti di partita iva e gli intermittenti avranno diritto a un nuovo bonus una tantum da 1600 euro previsto nel nuovo Decreto Legge Sostegni bis, approvato il 20 maggio.

A questi soggetti dovrebbe essere erogato l'incentivo dall'Inps in automatico senza domanda ma ci sarà la possibilità anche per chi non l'ha ricevuta dopo il primo Decreto sostegni nel caso avesse i requisiti necessari.
Il bonus sarà erogato a:
1) Lavoratori dipendenti stagionali e in somministrazione del settore diversi da quello del turismo e degli stabilimenti termali che hanno interrotto un rapporto di lavoro involontariamente fra il 1° gennaio del 2019 e l'entrata in vigore del dl, che hanno svolto tale lavoro per almeno 30 giorni e non sono titolari di pensioni né di rapporti di lavoro dipendente né di NASpI alla data dell'entrata in vigore;
2) Lavoratori intermittenti che hanno svolto la prestazione lavorativa per almeno 30 giornate nello stesso periodo;
3) Lavoratori autonomi senza partita IVA (non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie) non titolari di contratti autonomi occasionali nel periodo sopra citato
4) Lavoratori con incarico di vendite a domicilio che hanno un reddito 2019 da queste attività superiore ai 5.000 euro o titolari di partita IVA attiva, iscritti alla Gestione separata Inps nella data di entrata in vigore del Decreto senza essere iscritti ad altre forme previdenziali.

Per quanto riguarda i dipendenti a tempo determinato nel settore di turismo e stabilimenti termali, il bonus sarà dato a chi possiede tali requisiti: titolarità di uno o più contratti fra il 1° gennaio 2019 e la data di entrata in vigore del dl Sostegni bis, titolarità di uno o più contratti di questo tipo (di almeno 30 giornate) nel 2019, assenza di titolarità di pensione o rapporto di lavoro dipendente nella data di entrata in vigore del dl.
Stesso vale per chi è iscritto al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo con almeno 30 contributi giornalieri versati dall'inizio del 2019, un reddito annuo nel 2019 sotto i 75.000 euro, non titolari di pensione o contratti di lavoro subordinato a tempo indeterminato.

Non sarà necessario fare domanda per ricevere tale bonus da parte di chi ha ricevuto l'indennità da 2400 dopo il dl Sostegni di marzo, con l'Inps che lo erogherà in automatico, ma dovranno fare domanda i lavoratori che appartengono alle categorie interessate senza aver ricevuto l'ultima indennità Covid nella tranche precedente (molto probabilmente tramite CAF, patronato o sito ufficiale dell'Istituto).


Il Magazine
Italia Informa n° 5 - Settembre/Ottobre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli