Intesa Sanpaolo: accordo con Confindustria Alberghi per lo stanziamento di un ulteriore plafond dedicato di 2 miliardi di euro

- di: Daniele Minuti
 
Intesa Sanpaolo conferma ancora una volta il suo sostegno al settore turistico italiano: è stato infatti ufficializzato un nuovo accordo con Confindustria Alberghi, relativo allo stanziamento di un nuovo plafond dedicato del valore di 2 miliardi di euro. L'intesa impegna inoltre l'Istituto e l'Associazione in un percorso congiunto per supportare le imprese del segmento, specie quelle che presenteranno progetti in linea con gli obiettivi del Fondo Rotativo Imprese recentemente attivato dal Ministero del Turismo.

Intesa Sanpaolo: accordo con Confindustria Alberghi per un plafond di 2 miliardi

La nota ufficiale specifica che l'accordo si concentra in particolare sull'immediata disponibilità della Banca nel sostenere i progetti di imprese turistiche nell'ambito di obiettivi del FRI-Tur: le risorse sono rivolte a investimenti su sostenibilità, digitalizzazione, riqualificazione energetica e antisismica delle strutture ricettive, eliminazione delle barriere architettoniche, manutenzione straordinaria, realizzazione di piscine termali, acquisto o rinnovo di arredi. Accanto ai contributi diretti alla spesa dal Ministero del Turismo e al finanziamento agevolato da CDP, è previsto l’abbinamento con un finanziamento bancario di pari importo e durata erogato da una banca che, come Intesa Sanpaolo, abbia aderito alla relativa Convenzione tra Ministero del Turismo e ABI.

L'accordo fra Intesa Sanpaolo e Confindustria Alberghi mira ad aiutare le imprese in progetti mirati alla riqualificazione e all’aumento degli standard qualitativi delle strutture ricettive italiane.

Fra le misure contenute nell'intesa, rientrano anche soluzioni di finanziamento ideate dalla Banca per rilanciare le strutture ricettive italiane (come il Suite Loan, il D-Loan, l'S-Loan Turismo o il servizio di noleggio tramite Intesa Sanpaolo RentForYou).

Stefano Barrese
, Responsabile della Divisione Banca dei Territori di Intesa Sanpaolo (nella foto), ha commentato: "Dal 2020 ad oggi il nostro Gruppo ha erogato al settore turistico nuova finanza per 6,7 miliardi di euro. Come prima banca del Paese siamo fortemente impegnati nel sostegno alle imprese del turismo attivando sia accordi come quello con Confindustria Alberghi, sia misure anche straordinarie, come l’adesione al Fondo Rotativo per il Turismo o plafond finanziari finalizzati alla gestione delle emergenze e al mantenimento dello slancio agli investimenti, in particolare verso obiettivi ESG e di digitalizzazione. L’obiettivo è favorire la competitività dell’intero sistema, cogliendo tutte le opportunità che il PNRR concentra sul settore turistico, insieme ad una nuova proposta di ospitalità attenta alle nuove esigenze degli utenti e alla salvaguardia dell’ambiente".

Maria Carmela Colaiacovo, Presidente di Confindustria Alberghi, ha aggiunto: "Il rinnovo dell'accordo tra Confindustria Alberghi e Intesa Sanpaolo è di grande importanza per le nostre imprese. Si consolida la collaborazione che sta accompagnando le aziende alberghiere in questa fase così complessa per il settore. Di particolare rilevanza tra l’altro, gli strumenti dedicati per favorire e sostenere l’accesso al FRI turismo, una delle misure più importanti del PNRR turismo".

Il Magazine
Italia Informa n° 2 - Marzo/Aprile 2024
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli