Houseplus, startup proptech italiana che crea algoritmi predittivi al servizio del real estate

- di: Redazione
 
Accelerare la transizione digitale del mercato immobiliare grazie al machine learning e all’Intelligenza Artificiale: è la mission della startup italiana Houseplus, realtà PropTech che sviluppa software proprietari di analisi predittiva che consentono agli operatori del settore di ottimizzare la gestione degli asset immobiliari.

Houseplus, startup proptech italiana che crea algoritmi predittivi al servizio del real estate

Fondata da quattro ragazzi molisani, Andrea di Vico, Alberto Baccari, Alessandra di Vico e Valeria Di Ielsi, Houseplus è stata accelerata a inizio anno dal 20° batch di LUISS EnLabs, raccogliendo un primo investimento pre-seed da LVenture Group e da Lazio Innova tramite Innova Venture, il Fondo di Venture Capital della Regione Lazio finanziato con i Fondi europei POR FESR.

La tecnologia innovativa di Houseplus si basa su algoritmi predittivi che analizzano parametri socio-economici e storici fornendo istantaneamente un valore attualizzato degli immobili, semplificando così i processi di management. Il software di Houseplus si integra tramite API ai dataset di banche, assicurazioni e operatori PropTech, fornendo un’analisi completa dei propri asset immobiliari, con l’obiettivo di creare rendimenti ottimizzati a basso rischio nel lungo e nel medio periodo.

Houseplus si rivolge, inoltre, alle agenzie immobiliari dedicandogli una piattaforma per semplificare e rendere data-driven le proprie decisioni: una soluzione efficace e intuitiva per analizzare il valore reale degli immobili in pochi secondi. Le stime immobiliari odierne, infatti, limitano le scelte e strategie a sole indicazioni economiche che non tengono più il passo di un business molto più veloce, multi-stakeholder, decentralizzato e in forte mutazione anche in funzione di eventi non prevedibili, come la pandemia. Inoltre, l’aggiornamento dei vari listini immobiliari è ricalcolato da enti privati solo ogni 6 mesi, perdendo così affinamenti e ottimizzazioni di valutazioni intra semestrali che hanno impatti rilevanti su gestioni di asset immobiliari anche complesse. A queste problematiche si associano le nuove esigenze di mercato, dove sempre più privati sono alla ricerca di soluzioni immobiliari meno costose, in contesti più vivibili e relativamente vicini al luogo di lavoro, così da consentire un work life balance migliore, anche grazie allo smart working.

Il modello di business di Houseplus è strutturato proprio per intercettare e proporre agli operatori del settore immobiliare (agenti immobiliari, RE franchising, marketplace immobiliari, intermediari, data provider e banche) una soluzione di valutazione immobiliare evoluta in grado di soddisfare le nuove necessità e requisiti per essere competitivi.
“Le performance predittive dell’algoritmo proprietario di Houseplus sono già molto elevate, riuscendo a predire correttamente il periodo di vendita con un’accuratezza dell’85% - dichiara Andrea Di Vico, CEO e founder della startup molisana - Siamo gli unici attualmente sul mercato a poter garantire queste performance.”

Performance che sono valse il riconoscimento di Homepal, tra le principali realtà PropTech italiane, che ha stretto una partnership con Houseplus: “Siamo contenti di contribuire allo sviluppo di Houseplus, nato da un’idea audace di Andrea di Vico e già attiva con un team molto brillante. Crediamo che il futuro del mercato immobiliare siano i dati, la capacità di raccoglierli, di interpretarli e di metterli al servizio dell’ecosistema”, sostiene Andrea Lacalamita, fondatore di Homepal.

“Questa collaborazione ci permetterà di rendere ancora più evolute le soluzioni tecnologiche al servizio dei nostri clienti, per portare a un nuovo livello lo standard delle valutazioni nel campo del Real Estate”, conclude Andrea Di Vico.

Il Magazine
Italia Informa n° 4 - Luglio/Agosto 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Le ultime Notizie