Il Gruppo FS rende omaggio al sacrificio del generale Dalla Chiesa

- di: Redazione
 
Un gesto significativo per rappresentare, ancora una volta, il forte legame che il Gruppo Fs vuole continuare ad avere con il Paese, inteso come comunità nazionale, rendendo omaggio a chi lo ha onorato, sino all'estremo sacrificio. È anche questo il senso dell'iniziativa del Gruppo Fs che ha deciso di dedicare un Frecciarossa alla memoria del Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa a 40 anni dal suo assassinio. Il Frecciarossa, che vede rappresentate sulle fiancate il volto del generale Dalla Chiesa, viaggerà, da oggi e fino al 31 ottobre, partendo da Torino fino a Reggio Calabria.

Il Gruppo FS omaggia il generale Dalla Chiesa

La  scelta di fare partire il treno speciale da Torino è, per così dire, un ricordo nel ricordo perché fu nel capoluogo piemontese che, al comando della caserma Pietro Micca, Dalla Chiesa diede al Paese l'immagine di uno strenuo difensore dello Stato contro coloro che ne intendevano minare le basi democratiche.  L'iniziativa di Fs è stata presentata, nel corso di una significativa cerimonia che si è svolta alla stazione Termini, a Roma, dall'Amministratore Delegato Luigi Ferraris, alla presenza, tra gli altri, del Ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, e del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, il Generale Teo Luzi.

''Il Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa"
- ha detto Ferraris - "ha rappresentato un modello di fedeltà allo Stato e ai suoi più alti valori democratici: libertà e legalità''. Luigi Ferraris, nel suo intervento, ha posto particolare enfasi a una frase che il generale amava ripetere, anch’essa trascritta sulle fiancate del Frecciarossa.

“Questo treno – ha detto l'Ad di Fs - "mentre testimonia e rafforza l’impegno che il Gruppo profonde a tutela della legalità, servirà a tenere viva la lezione di vita del generale, sintetizzata in queste sue parole: ''Certe cose non si fanno per coraggio, si fanno solo per guardare più serenamente negli occhi i propri figli e i figli dei nostri figli''. Una frase che quel che accadde 40 anni fa, in via Carini, a Palermo, con l'eccidio di Dalla Chiesa, della moglie, Emanuela Setti Carraro e dell'agente di scorta Domenico Russo, deve servire da modello e ispirazione per le generazioni che non hanno conosciuto direttamente il sacrificio di questi servitori della Stato.

Ricca di significati e quindi meritevole di apprezzamento, l'intitolazione di un Frecciarossa speciale al generale Dalla Chiesa (la cui immagine sarà esposta nelle prossime settimane su monitor a bordo di tutte le Frecce e sui totem presenti nelle stazioni) è una conferma dell'impegno del gruppo FS a difesa dei valori della democrazia e della legalità. Come il protocollo d’intesa siglato con l’Arma dei Carabinieri per il contrasto alle infiltrazioni criminali negli appalti e nei cantieri e per la sicurezza nei luoghi di lavoro e la nuova Policy Anticorruzione del Gruppo FS per la prevenzione dei fenomeni di corruttela.
Il Magazine
Italia Informa n° 5 - Settembre/Ottobre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli