Enel, riparte il volontariato aziendale: 100 dipendenti del Gruppo hanno già aderito al nuovo programma supportato da Enel Cuore

- di: Barbara Leone
 
È ripartito in tre città e in collaborazione con alcune importanti realtà del Terzo Settore il programma di volontariato aziendale di Enel rivolto ai dipendenti del Gruppo con l’obiettivo di contribuire attivamente, attraverso iniziative dedicate, allo sviluppo del territorio e alla crescita sociale delle comunità. Dopo lo stop forzato causato dalla Pandemia da Covid-19 e le prime esperienze di volontariato a distanza, lo scorso novembre i volontari Enel sono tornati a impegnarsi sul campo da Nord a Sud, nell’ambito di 4 progetti flagship a Milano, Roma e Palermo. Le iniziative, che stanno coinvolgendo 100 dipendenti volontari, sono realizzate grazie al supporto cruciale di Enel Cuore, la onlus del Gruppo, che ha aperto la strada alla collaborazione con 4 Associazioni del Terzo Settore: Fondazione L’Albero della Vita Onlus a Palermo, Caritas a Roma, Fondazione Arché Onlus e Associazione Quartieri Tranquilli a Milano.

100 dipendenti hanno già aderito al nuovo programma supportato da Enel Cuore

Il programma di Volontariato aziendale è stato uno dei progetti interni più apprezzati dai dipendenti: nel periodo dal 2019 al 2020 sono stati 710 i volontari coinvolti in tutta Italia e circa 6mila le ore di attività svolte a vantaggio delle Comunità locali. “Il programma di volontariato aziendale oggi trova nuova vita dopo un periodo di stop forzato per il Covid-19 che ha impedito di portare avanti un’iniziativa virtuosa accolta con grande successo dai colleghi in tutto il Paese - ha dichiarato Nicola Lanzetta, Direttore Enel Italia. Grazie alle persone di Enel potremo continuare a dare un supporto concreto alle più importanti realtà del Terzo Settore che intervengono su tutto il territorio per dare assistenza a chi vive in condizioni di fragilità sociali ed economiche. Siamo particolarmente orgogliosi di aver intrapreso questo percorso che consente di rafforzare il senso di appartenenza dei colleghi che condividono esperienze e competenze per raggiungere obiettivi comuni in linea con i principi dell’agenda 2030 dell’Onu”.

La prima tappa del programma si è svolta dal 21 al 23 novembre a Milano con il progetto “Hummus”, in collaborazione con la Fondazione Arché Onlus, grazie alla quale è stato possibile ristrutturare e allestire l’Hub alimentare destinato alle famiglie in difficoltà economica seguite dalla Fondazione. La seconda iniziativa ha previsto tre date, il 30 novembre, l’1 e 15 dicembre, a Palermo. Si tratta del progetto “Varcare la soglia” in collaborazione con Fondazione L’Albero della Vita Onlus, al quartiere San Filippo Neri (Zen 2) con due differenti esperienze: un laboratorio artigianale per realizzare manufatti da donare alle famiglie del quartiere in vista di una grande festa natalizia, e il laboratorio “ImpariAMO” di supporto didattico sulle materie Stem rivolto ai bambini. Con la Caritas di Roma, il 14, 15 e 16 e 20 dicembre i volontari Enel partecipano invece al progetto “La porta è sempre aperta”, la raccolta fondi per sostenere l’accoglienza di persone senza fissa dimora che hanno perso il proprio tetto e si sono ritrovate a vivere in strada.

I volontari Enel sono incaricati di presidiare banchetti per la distribuzione di panettoni solidali e di svolgere attività di laboratorio, di intrattenimento e aiuto in mensa per gli anziani ospiti della Casa di accoglienza Santa Giacinta. Il 20 dicembre (la prima tappa è stata il 2 dicembre) avrà luogo infine il progetto “Illuminiamo le tavole”, a Milano, in partnership con Associazione Quartieri Tranquilli per la preparazione di borse alimentari consegnate con le auto elettriche alle famiglie in difficoltà economica sostenute da Fondazione Arché.
Il Magazine
Italia Informa n° 2 - Marzo/Aprile 2024
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli