Turismo "sanitario": centinaia di iraniani vanno in Armenia a vaccinarsi

- di: Redazione
 
Sono centinaia gli iraniani che, quasi ogni giorno, attraversano la frontiera con l'Armenia per farsi vaccinare contro il Covid-19. È la conseguenza del rallentamento della campagna vaccinale in Iran che sta spingendo parecchi cittadini a raggiungere l'Armenia per immunizzarsi. Questo anche grazie al fatto che per andare in Armenia non hanno bisogno di un visto.
L'Armenia nel 2020 ha vissuto l'ennesimo periodo di guerra con l'Azerbaijan per il controllo della regione contesa del Nagorno-Karabakh.
Le ostilità - di quella che viene definita la ''seconda guerra del Karabakh - sono finite ufficialmente quando le truppe azere hanno presto la città fortezza di Shushi/Shusha, di enorme valore storico per gli armeni che in prevalenza l'abitano.

Forse c'è anche questo a spingere molti armeni a non sentire la necessità di vaccinarsi.
Fatto sta che i leader armeni, vedendo l'accumularsi di dosi in eccedenza, hanno di conseguenza deciso, per promuovere il turismo, di vendere i vaccini in esubero - l'anglo-svedese AstraZeneca, il cinese Sinovac e il russo Sputnik V - aprendo la somministrazione ai viaggiatori stranieri, che cominciano ad arrivare numerosi invogliati anche dal fatto che la vaccinazione è gratuita.
Questa situazione ha creato una rete di ''facilitatori'' locali che si mettono a disposizione degli iraniani per velocizzare loro le procedure per la vaccinazione. C'è chi va a prelevare le comitive di iraniani in albergo per portarli in una clinica della capitale, Yerevan, dove è prevista l'inoculazione.

Il tutto dietro il pagamento di una quarantina di euro a persona per ''aiutarli'' ad evitare lunghe attese in fila. Basta fare un po' di conti per capire il potenziale guadagno.
Ma oltre a strutture sanitarie ci sono anche delle ambulanze che fungono da centri di vaccinazione itinerante. Basta arrivare davanti all'automezzo, consegnare il proprio passaporto e rispondere a qualche semplice domanda di carattere medico.
Per molti iraniani il soggiorno in Armenia dura tre giorni, tra arrivo, vaccinazione e relativo periodo di attesa per verificare eventuali problemi fisici.
Il Magazine
Italia Informa - N°4 Luglio-Agosto 2021
Iscriviti alla Newsletter
 
Le ultime Notizie