Login

Sonno o son desto?

Il buon sonno è essenziale per una vita sana, non soltanto, come si può immaginare, per avere una vita sociale serena, per concentrarsi e lavorare bene e insomma tenere testa alle numerose vicende quotidiane da cui è composta la nostra giornata più o meno stressante, ma anche perché ha una vera e propria funzione specifica di natura biologica: permette, all’interno di ciascun nostro neurone,  la riparazione dei danni al DNA che si accumulano durante la veglia. Un altro studio ha dimostrato inoltre che durante il sonno, il cervello rielabora fino addirittura ad apprendere nuove informazioni che sono poi ricordate nello stato di veglia.
Per contro chi soffre di una scarsa qualità del sonno tende a fissarsi di più su preoccupazioni e pensieri negativi, e ha una capacità rallentata di comunicazione fra i neuroni di alcune parti del cervello, fra cui quelle che presiedono alla memoria e alla percezione visiva.

Sei consigli per favorire il sonno

1) Tisane alle erbe: se il disturbo è lieve e non cronicizzato, può essere utile avvalersi delle proprietà terapeutiche delle erbe. Con le loro sostanze naturali, infatti, si possono preparare delle tisane rilassanti efficaci e anche piacevoli da consumare. Tra le più note, la valeriana che è una delle piante con effetto sedativo più marcato, mentre il tiglio ha un effetto più delicato ed è indicata per i bambini e le donne in gravidanza; la melissa combatte lo stress, l’ansia e il nervosismo;  la verbena ha proprietà sedative ed anche antinfiammatorie; la passiflora aiuta a eliminare i “cattivi pensieri” e il mal di testa; la malva rilassa la muscolatura, anche quella intestinale; il biancospino dall’azione immediata combatte efficacemente ansia e agitazione; in ultimo la camomilla con le ben note proprietà calmanti ma che, attenzione, non deve essere lasciata in infusione oltre i 3 minuti, altrimenti potrebbe sortire l’effetto contrario!

2) Rituali preparatori: è importante il rituale dell’addormentamento, un po’ come si faceva da bambini, occorre ingannare il cervello ancor prima di mettersi a letto. Ci si può inventare una routine che preveda ad esempio la stessa preparazione di una tisana, o anche l’ascolto di una musica rilassante, oppure la lettura di un libro, o l’enigmistica! Ma assolutamente da bandire l’uso del cellulare con i suoi giochi o i social: il suo schermo affatica gli occhi e contribuisce a ritardare la produzione di melatonina impedendo al cervello di prepararsi al riposo.

3) N
o ad attività sportive prima di andare a dormire: il corpo crea endorfine che hanno bisogno di tempo per essere “smaltite”. Al contrario una sana attività fisica diurna favorisce la naturale stanchezza fisica e il bisogno di sonno.

4) 
No a bevande contenenti caffeina, teina, o comunque sostanze eccitanti compresa anche la nicotina di una sigaretta. Da evitare anche un consumo eccessivo di vino, che procura sicuramente una iniziale rilassatezza ma non aiuta il sonno profondo. Da evitare anche una cena pesante a base di eccessivi grassi, oppure troppo leggera.

5) Andare a dormire alla stessa ora e alzarsi anche in un orario prestabilito è un’altra regola importante per aiutare a stabilizzare il sonno.

6) Anche una certa salubrità dell’ambiente in camera da letto favorisce il riposo: niente rumori, niente fonti luminose e niente apparecchiature elettriche accese. Anche la temperatura della stanza deve essere adeguata, e la pulizia della stessa. Per non parlare del materasso o del guanciale, devono essere comodi.

Il disturbo del sonno è spesso una reazione naturale a una situazione stressante. E’ come un campanello d’allarme molto importante e non deve essere sottovalutato. Prima di abusare di farmaci che tamponano il problema ma ovviamente non lo risolvono, è opportuno sempre chiedersi se si sta conducendo una vita adeguata e se si è sufficientemente felici o sereni, perché se non si dorme, c’è qualcosa che non ci siamo detti.

Iscriviti alla Newsletter
 
Il Magazine
  • Italia Informa n° 3 Maggio-Giugno 2019
  • Italia Informa n° 2 Marzo-Aprile 2019
  • Italia Informa n° 1 Gennaio-Febbraio 2019
  • Italia Informa n° 6 Novembre-Dicembre 2018
  • Italia Informa n° 5 Settembre-Ottobre 2018
  • Italia Informa n° 4 Luglio-Agosto 2018
Testata: ITALIA INFORMA | Società editrice: GEDECOM SRLs | N° Iscrizione Tribunale: 73/2017 del 13-04-2017 | Periodicità: BIMESTRALE | Distribuzione: NAZIONALE
Modalità distribuzione: POSTALE | Costo: ABBONAMENTO ANNUO EURO 48
Powered by Giap Informatica