Confagricoltura: "Rischio climatico questione di primo piano per il futuro del settore"

- di: Daniele Minuti
 
Massimiliano Giansanti, presidente di Confagricoltura (nella foto), è intervenuto per commentare la forte concentrazione di eventi metereologici straordinari che ha colpito l'Italia in questi giorni, provocando danni ingenti in alcune zone e toccando con grande forza il settore dell'agricoltura.

Confagricoltura: "Rischio climatico questione di primo piano per il futuro"

"La concentrazione di eventi climatici di eccezionale portata" - spiega Giansanti - "mette a rischio la tenuta delle imprese agricole. Siccità, nubifragi, grandine, trombe d’aria, ma anche incendi, spesso di natura dolosa, hanno conseguenze devastanti per il settore primario. E’ evidente che la gestione del rischio climatico è diventata una questione di primo piano per il futuro dell'agricoltura italiana, ma anche europea".

Nubifragi e trombe d'aria hanno danneggiato frutteti, campi, serre e stalle situate fra il Centro-nord e la Sardegna: dopo la siccità, la pioggia è caduta con tanta forza che la terra non è riuscita ad assorbirla, con grandine e vento che hanno colpito subito dopo.  

Il presidente di Confagricoltura, che sta monitorando attentamente la situazione, ha poi aggiunto: "I danni sono pesanti e la disponibilità finanziaria dell'apposito fondo ristori è inadeguata - dichiara Giansanti - nonostante l'aumento di 200 milioni disposto dal governo con il DL Aiuti Bis. La normativa in vigore risulta inadeguata, troppo complessa e lenta. Gli interventi pubblici devono essere più veloci per assicurare, oltre all’indennizzo dei danni, la ripresa dell'attività produttiva. Quest’anno abbiamo registrato eventi climatici eccezionali che in passato capitavano nell'arco di un decennio. E la situazione si è registrata anche in altri Stati europei. Non si tratta più di episodi sporadici; è necessario un nuovo approccio alla questione, che comprenda la cura e la gestione del territorio con tutti i soggetti coinvolti, sfruttando anche le ricerche in materia di intelligenza artificiale e di elaborazione sempre più puntuale di modelli previsionali per contrastare, anche con forme di difesa attive, i fenomeni meteorologici estremi".
Il Magazine
Italia Informa n° 4 - Luglio/Agosto 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli