Coldiretti: "Col caldo, acquisti della frutta in crescita del 20%"

- di: Daniele Minuti
 
Arriva il caldo sull'Italia e l'afa, fino a 35 gradi, cambierà anche le abitudini alimentari negli italiani: uno degli effetti più evidenti, sottolineato da Coldiretti, è l'aumento medio dell'acquisto di frutta che negli ultimi sette giorni è stato addirittura del 20%.

Coldiretti stima un aumento degli acquisti della frutta per via dell'afa

Il comunicato di Coldiretti spiega che questo andamento è dovuto sia al cambio di clima che alla svolta "green" che la pandemia ha portato sulle tavole degli italiani, più attenti anche all'alimentazione salubre: "La produzione di frutta estiva quest’anno in Italia è stimata in aumento rispetto alla disastrosa annata dello scorso anno ma ancora inferiore alle potenzialità.  L’anticipo del grande caldo ha portato con sé in alcune aree l’invasione di cimici asiatiche, l’insetto killer dei campi che ha colpito frutti prossimi alla raccolta, dalle ciliegie alle pesche con danni incalcolabili, ma a preoccupare è anche il forte incremento dei costi correnti di produzione, spinto da guerra in Ucraina, , con aumenti per gli agricoltori che  sono in media per frutta italiana del +51% con rincari che vanno da +170% per i fertilizzanti al +129% per il gasolio agricolo per le raccolte fino a 15% per i prodotti fitosanitari".

A questi fattori vanno aggiunti i rincari per i trasporti e per gli imballaggi, che toccano anche plastica per vaschette, buste, retine, etichette e cartone. Per un comparto, quello dell'ortofrutta, che resta la prima voce di spesa per gli italiani con oltre 105 euro spesi ogni mese.

Il presidente della Coldiretti, Ettore Prandini, ha commentato: "Per difendere il patrimonio ortofrutticolo italiano è necessario intervenire per contenere il caro energia ed i costi di produzione con interventi immediati e strutturali per programmare il futuro. Occorre lavorare per accordi di filiera con precisi obiettivi qualitativi e quantitativi e prezzi equi che non scendano mai sotto i costi di produzione come prevede la nuova legge di contrasto alle pratiche sleali".
Il Magazine
Italia Informa n° 2 - Marzo/Aprile 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli