Cofle: fatturato 2022 in crescita del 3%

- di: Daniele Minuti
 
Il Consiglio di Amministrazione di Cofle S.p.A. ha esaminato il fatturato consolidato del 2022: il dato mostra un risultato pari a 53,7 milioni di euro, in crescita di 3 punti percentuali rispetto ai 52,2 milioni di euro registrati nel 2021.

Cofle: crescita del fatturato del 3%

Il comunicato ufficiale, va ad analizzare poi l'andamento delle due linee di Business del Gruppo, si evidenzia: la linea di Business OEM (che produce cavi e sistemi di controllo nel settore agricolo, delle macchine di movimentazione terra, dei veicoli commerciali e del settore premium dell’automotive) ha registrato un volume in salita di 15,8 punti percentuali rispetto al 2021, mentre la linea di Business After Market (specializzata nella produzione di parti di ricambio nel settore automotive), ha segnato volumi in discesa di 18 punti percentuali su base annua, principalmente a causa della discesa della domanda nelle aree della Russia e dell'Est Europa, dovuta al conflitto in Ucraina. Cofle ha inoltre reso noto il rafforzamento della sua struttura commerciale in Italia, dedicata al settore After Market, in modo da coprire maggiormente il mercato domestico che mostra segnali incoraggianti per il futuro.

Walter Barbieri
, Presidente e Amministratore Delegato di Cofle (nella foto), ha commentato: "La continua crescita del fatturato del Gruppo ci rende molto soddisfatti, a conferma della nostra capacità di affrontare le sfide e cogliere le opportunità che il mercato offre. In particolare, Cofle ha registrato una crescita importante della divisione OEM, trainata dall’aumento della richiesta di nuovi trattori e macchine agricole che siamo in grado di soddisfare con soluzioni sempre più innovative grazie ai continui investimenti in Ricerca & Sviluppo. Per quanto riguarda la linea di business dell’After Market, il conflitto bellico tra Russia e Ucraina sta impattando sulla domanda nelle aree di guerra e nei paesi limitrofi. Cofle ha saputo reagire prontamente, da un lato, rafforzando la struttura commerciale in Italia e dall’altro aprendo una nuova filiale commerciale francese, con l’obiettivo di incrementare nei prossimi mesi le proprie quote di mercato, in particolare nel settore dell’After Market, in Italia, Francia, Spagna, Portogallo, Maghreb e Benelux. Inoltre gli ordini confermati dai clienti per il primo trimestre 2023 danno come da aspettative il settore OEM in forte crescita, e confermano il trend di recupero del fatturato sulla divisione AM".
Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli