Banca Generali chiude un semestre da record e accelera nella sua crescita

- di: Daniele Minuti
 
I risultati dei primi sei mesi del 2023 confermano il trend di crescita per Banca Generali, che registra numeri estremamente positivi e, spesso, da record. L'utile netto consolidato ammonta infatti a 175,1 milioni di euro, in crescita di 33 punti percentuali su base annua, dato che riflette lo sviluppo dimensionale della banca, la diversificazione dei ricavi e l'attenta gestione dei costi (utile netto ricorrente a 166,1 milioni di euro, +54%).

Banca Generali chiude un semestre da record e accelera nella sua crescita

Sale del 24,7% il margine di intermediazione, spinto dal forte miglioramento del margine finanziario (+138.9%, 161,3 milioni di euro) mentre calano del 3,5%, a 223,3 milioni di euro, le commissioni nette ricorrenti e del 51,1% quelle variabili. Triplicato il valore del margine di interesse, salito a 151,5 milioni di euro (di 192,1 punti percentuali), in scia all'aumento dei rendimenti degli attivi di riflesso alla dinamica dei tassi. Le commissioni lorde ricorrenti rimangono stabili a 478,7 milioni di euro, con quelle lorde di gestione che si attestano a 400,7 milioni di euro (contro i 413,3 milioni dello scorso anno). I costi operativi "core" salgono del 6% fino a 114,5 milioni di euro.

Numeri da record per quanto riguarda le masse, spinte dall'aumento della raccolta: crescono rispettivamente del 9% e del 26% le masse totali (88,2 miliardi di euro) e quelle in consulenza evoluta. La raccolta netta nel semestre cresce del 7% fino a 3,3 miliardi. Confermata la solida posizione patrimoniale e a livello di liquidità (CET1 ratio al 17,3% e TCR ratio al 18,5% ‒ LCR ratio al 344% e NSFR ratio al 223%).

Gian Maria Mossa
, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Banca Generali (nella foto), ha commentato: "Il miglior semestre di sempre per assets totali della nostra clientela, capacità di raccolta dalla struttura esistente e di generare utili ricorrenti. Siamo particolarmente soddisfatti del grande lavoro svolto dai nostri professionisti per stare al fianco delle famiglie come riflesso nei flussi netti del semestre. I prodotti e i servizi fee based, come la consulenza evoluta a pagamento e le gestioni patrimoniali, si confermano elementi di eccellenza della nostra gamma e di crescente interesse per i clienti di alto standing. Di buona qualità anche l’attività svolta sul portafoglio amministrato, con focus sulle scadenze entro l’anno per cogliere l’opportunità dal rialzo dei tassi a breve come si evince dall’accelerazione nella proposizione di offerte dedicate sul mercato primario di prodotti strutturati e certificates. Alla luce della solidità della raccolta e dell’accelerazione delle principali voci di ricavi nel secondo trimestre ci presentiamo al giro di boa del piano triennale con forza e ottimismo. Viaggiamo infatti, in linea o sopra gli ambiziosi targets che ci eravamo prefissati, confermando la capacità di crescere più del mercato di riferimento e creando valore per tutti gli stakeholders".
Notizie della stesso argomento
Trovati 72 record
Pagina
1
18/07/2024
CDP, AFD e TSKB: accordo da 100 milioni per la ripresa post-terremoto della Turchia
17/07/2024
Terzo Settore, Fondazione EOS – Edison Orizzonte Sociale: 25 iniziative avviate
17/07/2024
Intesa Sanpaolo: 2,4 miliardi per le aziende sarde grazie a "Il tuo futuro è la nostra imp...
17/07/2024
Rapporto SIAE: nel 2023 la spesa più alta di sempre (4,2 miliardi, +37% sul 2022)
17/07/2024
Enel: l'AD Cattaneo conferma l'impegno del Gruppo in Brasile
17/07/2024
HBI annuncia un aumento di capitale fino a 15 milioni di euro
Trovati 72 record
Pagina
1
Il Magazine
Italia Informa n° 3 - Maggio/Giugno 2024
Newsletter
 
Iscriviti alla nostra Newsletter
Rimani aggiornato su novità
eventi e notizie dal mondo
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli