Giornata mondiale del consumatore. Come diventare un consumatore sostenibile

- di: Adiconsum
 
Ne è passato del tempo da quando le Nazioni Unite istituirono la “Giornata mondiale dei diritti dei consumatori” nel lontano 1986, anche se a dire la verità la sua nascita si fa risalire a 60 anni fa (era il 15 marzo 1962) e precisamente al famoso discorso sulla tutela degli interessi dei consumatori pronunciato dal presidente americano J. F. Kennedy.

La Giornata si celebra il 15 marzo di ogni anno, per rilanciare e far riscoprire i diritti acquisiti in questi anni dai consumatori, grazie alle battaglie delle Associazioni Consumatori riconosciute dalla legge. Questa Giornata è importante perché mette al centro una categoria di cui tutti facciamo parte, ma i cui diritti ancora sono calpestati o, peggio, ancora non sono stati riconosciuti. Come tutte le cose, anche la figura del consumatore è cambiata in questi anni. Non più il consumatore che consuma e che chiede di essere solo tutelato, ma il consumatore che propone e che vuole essere protagonista del mondo che cambia a tutela della sua salute e di quella del pianeta. Vediamo dove stiamo andando.

I diritti acquisiti

Per parlare di futuro è necessario guardare anche al passato. Ecco perché in questa giornata vogliamo ricordare anche i diritti acquisiti:

1) il diritto di veder riconosciuta e applicata una garanzia legale di conformità sui beni di consumo
2) il diritto di recedere da un contratto di acquisto di un bene o di un servizio
3) il diritto di contratti privi di clausole vessatorie
4) il diritto di non ricevere forniture non richieste
5) il diritto di non dover pagare costi aggiuntivi applicati ingiustamente.

Inoltre, in considerazione dei tempi e dei costi della giustizia ordinaria, come Adiconsum ci siamo sempre battuti, per promuovere e ricorrere alla conciliazione paritetica per contenziosi insorti tra consumatori e aziende di servizi di pubblica utilità, banche, poste, assicurazioni, ecc..

Verso il consumatore sostenibile

Come Adiconsum siamo impegnati da tempo e in prima linea sulla sostenibilità a tutto tondo (ambientale, economica, sociale) attraverso varie iniziative e progetti a livello nazionale ed europeo. Attualmente siamo impegnati nel progetto “Sostenibile anche per noi”, di cui siamo coordinatori, finanziato dal Ministero Del Lavoro e Delle Politiche Sociali – Avviso n. 2/2020. La sostenibilità presuppone un cambio profondo del modo di pensare, di vivere, di consumare. Per poterla attuare serve il supporto di tutti. Nessuno può e deve rimanere escluso o indietro. Con “Sostenibile anche per noi” ci poniamo l’obiettivo di far comprendere, in particolare ai gruppi sociali svantaggiati economicamente e culturalmente, le famiglie a basso reddito, le persone con basso grado di istruzione, le persone colpite dal digital divide, gli anziani, che cos’è la sostenibilità e perché è così importante perseguirla.

In occasione della “Giornata mondiale dei diritti dei consumatori”, mettiamo a disposizione dei consumatori dei percorsi di informazione e formazione sui principali temi del consumo sostenibile e dell’economia circolare:

1) alimentazione sostenibile
2) mobilità sostenibile
3) rifiuti
4) energia e acqua
5) alfabetizzazione digitale.

Perché consumatori sostenibili non si nasce, si diventa.
Il Magazine
Italia Informa n° 2 - Marzo/Aprile 2024
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli