A-Cube Srl startup in ambito e-procurement, entra nel portafoglio di Azimut Digitech Fund

 
A-Cube, tech company Italiana che ha sviluppato una piattaforma SaaS di comunicazione tra soggetti istituzionali (enti governativi, banche) e aziende private (dalla microimpresa alla grande azienda) per l’automazione digitale dei processi online in ambito fatturazione elettronica e pagamenti, entra a far parte del portafoglio di Azimut Digitech Fund.

Il fondo alternativo chiuso di venture capital B2B che investe esclusivamente in aziende tecnologiche B2B, ha guidato il round come Lead Investor in collaborazione con GELLIFY - piattaforma di innovazione B2B che seleziona, investe e fa crescere startup innovative ad alto contenuto tecnologico e le connette alle aziende tradizionali con l’obiettivo di innovare i loro processi, prodotti e modelli di business - che in questa operazione ha ricoperto il ruolo di Advisor.

I clienti che ad oggi condividono sulla piattaforma di A-Cube più di 20 milioni di documenti in Italia con gli enti governativi, lo fanno in maniera completamente automatica, in tempo reale, senza vincoli di utenze o volumi dei dati poiché la scalabilità è garantita dall’utilizzo di uno dei più importanti cloud provider internazionali. Inoltre, e specialmente per i più piccoli, per gli operatori e-commerce e per le aziende straniere, la complessità tecnica legata alle normative è già risolta in partenza dalle API di A-Cube, le quali possono essere testate da subito e in autonomia dal cliente.

A-Cube è stata fondata in Italia nel 2018 da Antonino Caccamo, ex consulente settore IT, Alessandro Pagani, ex responsabile sviluppo software, processi amministrativi e finanziari in varie aziende tecnologiche e Andrea Santangelo, come startup dedicata al mercato apertosi in Italia con l’obbligo di Fatturazione Elettronica nel B2B verso la AdE, divenuto esecutivo nel 2019.

Tra il 2019 e il 2021 A-Cube è cresciuta ad un tasso annuo composto (CAGR) del 31% per ricavi e questo le ha permesso di valutare direttamente dal mercato sia la bontà dell’innovazione tecnologica introdotta che la validità del modello di business adottato.

Forte di questa prima esperienza, A-Cube è passata allo sviluppo delle componenti tecnologiche inerenti ai nuovi paesi EU che si accingono ad introdurre l’obbligo di fatturazione elettronica nel B2B, secondo un piano internazionale di crescita oggetto delle strategie dei prossimi tre anni.

Antonino Caccamo, CTO e Founder di A-Cube, ha commentato: “La nuova partnership strategica con GELLIFY e Azimut sosterrà la principale missione di A-Cube di esportare ai paesi esteri il modello di business innovativo e la ricca esperienza acquisita in Italia durante la fase di start-up. Il nostro approccio flessibile al mercato B2B della fatturazione elettronica, che ci permette di differenziare con successo la soluzione dai grandi clienti alla PMI, viene oggi premiato per i risultati ottenuti nei primi anni. Tutto ciò fa bene al morale ed è molto importante per sostenere il progetto ambizioso che ora ci attende. Grati ai nostri investitori per questo primo passo, contiamo di rendere ragione della fiducia che oggi ci dimostrano, con l’augurio di sviluppare insieme un percorso di crescita di successo”.

“Siamo felici di annunciare l’investimento su A-Cube in quanto riteniamo essenziale investire in realtà in grado di portare un valore aggiunto alla rivoluzione digitale nel settore della pubblica amministrazione e nel sistema impresa in Italia. L’automazione digitale dei processi di fatturazione elettronica è ormai imprescindibile per qualsiasi realtà sia pubblica che privata, per questo GELLIFY vuole implementare la competitività strategica e consolidare il business di A-Cube che, con la sua expertise tecnologica, punta ad espandersi anche sui mercati cross-border che introdurranno l’obbligo di fatturazione elettronica nel B2B” – dichiara Gianluigi Martina, COO & Industry Leader Resources di GELLIFY.

“Le caratteristiche peculiari di A-Cube che combinano una grande conoscenza tecnica a una importante comprensione del business, condizione fondamentale per un mondo in evoluzione come quello del mercato B2B della fatturazione elettronica, sono alla base delle motivazioni dell’investimento. Crediamo che il team, forte della pluriennale esperienza maturata ricoprendo cariche di responsabilità nello sviluppo software, nei processi amministrativi e finanziari in varie aziende del settore, saprà realizzare i piani di espansione annunciati.”
Il Magazine
Italia Informa n° 2 - Marzo/Aprile 2024
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli