TXT e-solutions, risultati primi 9 mesi 2022: ricavi € 92,4 mln (+38,5%) e crescita organica ricavi +17,7%. EBITDA € 13,5 mln (+54,5%)

- di: Barbara Leone
 
Numeri in crescita per TXT e-solutions, multinazionale end-to-end provider di soluzioni software, consulenza e servizi a supporto della trasformazione  digitale di prodotti e processi. E’ quanto si evince dai risultati di gestione al 30 settembre 2022 approvati in data odierna dal Consiglio di Amministrazione del Gruppo presieduto da Enrico Magni.

TXT e-solutions, risultati primi 9 mesi 2022

“In questi primi nove mesi del 2022 - ha commentato il Presidente Magni - abbiamo accelerato il piano di crescita del Gruppo TXT con  acquisizioni importanti in termini strategici e di volumi e con crescita organica sostenuta che  insieme permetteranno di allargare la nostra offerta in ambito digitale e di chiudere l’anno in  corso con risultati consolidati pro-forma vicini a Euro 200 milioni, oltre a consentire all’azienda  di posizionarsi tra i principali player della trasformazione digitale del nostro Paese”.

Nel dettaglio i Ricavi del Gruppo sono stati di € 92,4 milioni in crescita del 38,5% rispetto ai € 66,7 milioni dei primi nove  mesi 2021, di cui € 13,8 milioni per il consolidamento delle acquisizioni del periodo. A parità di  perimetro di consolidamento, i ricavi sono cresciuti del 17,7%. I ricavi da software nei primi nove  mesi 2022 sono stati € 7,3 milioni, in crescita del 15,8% rispetto a € 6,3 milioni dei primi nove mesi  2021. I ricavi da servizi e consulenza specializzata, che includono servizi relativi al software proprietario per € 20,0 milioni nei primi nove mesi 2022, sono stati € 85,1 milioni, in crescita del 40,8%  rispetto a € 60,4 milioni dei primi nove mesi 2021. I ricavi dei primi nove mesi 2022 non includono  i risultati di Ennova S.p.A. che verranno consolidata a partire da ottobre 2022. La Divisione Aerospace, Aviation e Automotive ha avuto ricavi di € 48,2 milioni, in crescita di € 11,1  milioni rispetto ai primi nove mesi 2021 (+29,9%), di cui € 4,3 milioni da sviluppo organico (+11,6%)  e € 6,8 milioni per il consolidamento delle neo acquisite TeraTron (7 mesi) e DM Consulting Srl  (2,3 mesi). La Divisione Fintech ha avuto ricavi di € 44,2 milioni, in crescita di € 14,6 milioni rispetto ai primi  nove mesi 2021 (+49,2%), di cui € 7,4 milioni da sviluppo organico (+24,7%) e € 7,1 milioni per il  consolidamento di LBA (9 mesi), Novigo (9 mesi) e Quence (9 mesi).

L’EBITDA è stato di € 13,5 milioni, in crescita del +54,5% rispetto ai primi nove mesi 2021 (€ 8,8  milioni), di cui € 1,6 milioni da sviluppo organico (+18,5%) e € 3,2 milioni per il consolidamento  delle acquisizioni del periodo. La marginalità sui ricavi è stata del 14,6% rispetto al 13,1% nei primi  nove mesi 2021. L’Utile operativo (EBIT) è stato di € 9,2 milioni, in crescita del +70,9% rispetto ai primi nove mesi  2021 (€ 5,4 milioni). Gli ammortamenti sulle immobilizzazioni materiali e immateriali sono pari a  € 4,3 milioni, in crescita di € 1,2 milioni rispetto ai primi nove mesi 2021 per effetto del consolida mento delle acquisizioni 2021 e 2022. Nei primi nove mesi 2022 sono inclusi € 0,1 milioni di oneri  non-ricorrenti di riorganizzazione, pari a € 0,3 milioni nei primi nove mesi 2021. I Proventi ed Oneri Finanziari nei primi nove mesi del 2022 hanno saldo netto negativo per € 1,6  milioni, in peggioramento di € 0,2 milioni rispetto al primo semestre dell’anno per effetto della  lenta ripresa dall’andamento negativo dei mercati registrato nel primo semestre del 2022. Nei  primi nove mesi del 2021 il saldo dei proventi ed oneri finanziari risultava positivo per € 0,3 milioni  per effetto del trend dei mercati riscontrato nei primi nove mesi dell’anno precedente. L’Utile netto è stato di € 5,3 milioni, in aumento rispetto a € 4,1 milioni nei primi nove mesi 2021.  Nei primi nove mesi del 2022 le imposte hanno avuto un’incidenza pari al 29,1%.

La Posizione Finanziaria Netta consolidata al 30 settembre 2022 è positivo per € 13,0 milioni, in  leggero aumento rispetto ai positivi € 11,6 milioni al 31 dicembre 2021 per effetto delle uscite di  cassa legate alle acquisizioni dell’anno e degli esborsi legati al piano di buy-back. Il Patrimonio netto consolidato al 30 settembre 2022 è pari a € 100,3 milioni rispetto a € 92,7  milioni a dicembre 2021. Le movimentazioni dei nove mesi riguardano principalmente la rilevazione dell’utile netto (€ 5,3 milioni) e l’effetto netto dell’acquisto e vendita di azioni proprie (€ 0,5  milioni). Le azioni proprie al 30 settembre 2022 erano 1.163.885 (1.243.372 al 31 dicembre 2021), pari al 8,95%  delle azioni emesse, ad un valore medio di carico pari ad EUR 3,33 per azione. Nel corso dei primi  nove mesi 2022 sono state acquistate 487.460 azioni ad un prezzo medio di € 10,04. Nel terzo trimestre 2022 i Ricavi sono di € 29,9 milioni, in crescita del 29,6% rispetto al terzo trimestre 2021 (€ 23,0 milioni), di cui € 3,6 milioni derivanti da acquisizioni. L’EBITDA nel terzo trimestre 2022 è stato di € 4,3 milioni, in crescita del +40,3% rispetto al terzo trimestre 2021 (€ 3,1 milioni). La marginalità sui ricavi è stata del 14,5% rispetto al 13,4% nel terzo trimestre 2021. La crescita dell’EBITDA è dovuta per € 0,1 milioni al contributo delle acquisizioni.


“Il modello ad ecosistema di eccellenze che stiamo realizzando sta portando quarter su quarter  risultati in continua crescita nei volumi e nelle marginalità, senza interruzioni dal 2019 - commenta Daniele Misani, Ceo del Gruppo TXT (nella foto) -. Il Gruppo TXT è cresciuto in competenze, prodotti e  portafoglio clienti. Le Eccellenze che lo compongono stanno generando sinergie che si riflettono  sull’ottimizzazione dei margini e sulla crescita organica, particolarmente significativa visto il pe riodo storico. In una condizione di mercato instabile, l’innovazione digitale rimane un segmento  con margini di crescita. Il Gruppo TXT continuerà nel piano di crescita accelerata e sostenibile  per portare valore a tutti i propri stakeholders”.

Nel corso dell'ultimo trimestre del 2022 il Gruppo TXT sta proseguendo con successo il suo piano di crescita accelerata grazie ad un mix di crescita organica e al contributo delle nuove acquisizioni e delle sempre crescenti sinergie di natura tecnologia e commerciale tra le società del  Gruppo. In tutte le divisioni prosegue con successo l'integrazione delle neo acquisite nei processi del Gruppo, con benefici che risulteranno sempre più incisivi sull'operatività e sull'assorbimento  dei costi generali e di struttura. Nella divisione Aerospace, Aviation & Automotive, che include l’offerta nel segmento industria, per il quarto trimestre 2022 il Gruppo TXT prevede un trend positivo in linea con quello registrato  nei primi nove mesi dell’anno, con contributo positivo derivante da tutti i segmenti e crescita  anno su anno attesa in aumento nei segmenti dell’aviazione civile, dell’Automotive e dell’Indu stry 4.0, trainati rispettivamente dalle società controllate Pace GmbH, TeraTron GmbH e DmCon sulting S.r.l., tutte accumunate da un modello di business basato sull’offerta di Smart Solutions proprietarie.

Il segmento difesa continua la sua costante crescita grazie al posizionamento di  leadership nella progettazione e sviluppo di software avionici e sistemi di addestramento e simulazione per i principali players europei. Il consolidamento di Ennova S.p.A. e Soluzioni Prodotti  Sistemi S.r.l. a partire da ottobre 2022 darà una spinta chiave alla crescita accelerata del business e al posizionamento di TXT che avrà un ruolo sempre più centrale nel processo di trasformazione digitale in un numero crescente di settori, sia in Italia che nel contesto internazionale. Per la divisione Fintech, che include l’offerta digitale dedicata alla pubblica amministrazione, nel  quarto trimestre dell’anno il management di TXT si attende forte crescita dei ricavi con effetti  positivi sui margini della divisione grazie ai crescenti volumi su gare pubbliche pluriennali CON SIP aggiudicate dalla controllata HSPI e grazie a nuovi prestigiosi progetti cliente e ai ricavi ricorrenti da contratti di vendita software proprietario forniti a primarie banche, istituti di paga mento e assicurazioni. Nel contesto del piano di efficientamento della divisione e dell'integrazione delle società Novigo, Quence e LBA acquisite nel corso del quarto trimestre 2021, si segnalano risultati positivi con sinergie che stanno favorendo la valorizzazione, l'espansione e il posizionamento dell'offerta tecnologica del Gruppo sia nel contesto della consulenza digitale e IT sia  nel contesto dell'offerta di prodotti Fintech proprietari. 

Con riferimento agli eventi successivi nel contesto M&A, in data 3 ottobre 2022 TXT ha sottoscritto  il contratto per l’acquisizione del 100% del capitale di Soluzioni Prodotti Sistemi S.r.l. (“SPS”), società fondata a Roma nel 2009 che a partire dal 2013 avvia il suo processo di espansione accelerata che ha portato all’apertura di due nuove sedi a Bari e Milano e al raggiungimento di un  organico di oltre 100 risorse distribuite sul territorio nazionale a presidio dei principali clienti e a supporto dei progetti innovativi per lo sviluppo di soluzioni applicative, IoT e di Intelligenza Artificiale; nel corso degli anni SPS sostiene un costante processo di crescita del business con un  CAGR sui ricavi 2018-2021 pari a 23% che ha portato a ricavi consolidati delle vendite 2021 ad € 9,5 milioni ed EBITDA margin Adjusted del 15%. Il corrispettivo per l’acquisto del 100% di SPS (“En terprise Value”), al netto degli earn-out, è stato convenuto tra le parti in € 6,4 milioni pagati al  closing, di cui € 4,8 milioni (75%) pagati in denaro ed € 1,6 milioni (25%) mediante corresponsione di azioni TXT. Il contratto prevede clausole di retention ed earn-out a favore dei soci ven ditori, attualmente amministratori e manager di SPS. TXT consoliderà i risultati di SPS a partire da  ottobre 2022. Sempre in data 3 ottobre 2022, TXT ha perfezionato l’acquisizione di una partecipazione rappresentativa del 21,44% del capitale sociale di Ennova S.p.A. dai soci di minoranza e manager di  quest’ultima a fronte della quale TXT detiene la totalità del capitale sociale di Ennova. Il corrispettivo per l’acquisto del 21,44% di Ennova è stato convenuto tra le parti in € 6,4 milioni, di cui € 4,9 milioni (75%) pagati per cassa ed € 1,5 milioni (25%) mediante corresponsione di azioni or dinarie proprie TXT.

Il contratto include clausole di earn-out a favore dei soci venditori che continueranno a ricoprire ruoli manageriali strategici in Ennova. Nel corso del 2021 Ennova ha riportato ricavi per oltre € 60 milioni ed EBITDA Adjusted pari a € 5,3 milioni, con forecast per il 2022  in miglioramento. TXT consoliderà i risultati di Ennova a partire da ottobre 2022. In data 4 novembre 2022 TXT ha annunciato di aver firmato un accordo vincolante per l'investi mento nel capitale di ProSim Training Solutions ("ProSim-TS"), software house con sede in Olanda  specializzata nello sviluppo e nella commercializzazione di soluzioni proprietarie nel settore della  simulazione e dell'addestramento per l'aviazione civile. L'accordo consiste in un aumento di capitale iniziale pari a € 0,5 milioni in ProSim-TS riservato a TXT, a fronte del quale TXT deterrà il  40% di ProSim-TS. Inoltre, l'accordo prevede la fornitura di finanziamenti e tecnologia per soste nere la crescita di ProSim-TS, oltre a una successiva serie di round di investimenti che, se realizzati, consentiranno a TXT di aumentare la propria partecipazione in ProSim-TS fino al raggiungi mento del 100%. Questo nuovo progetto unirà le capacità ingegneristiche esclusive di TXT con i  prodotti proprietari innovativi per l'addestramento di piloti sviluppati da ProSim-TS, con l’obiettivo di garantire ai clienti e al mercato una scelta più ampia di soluzioni innovative, una gamma  arricchita di dispositivi certificati e migliori capacità di delivery. In relazione all’evoluzione futura del piano di M&A, per il quarto trimestre dell’anno in corso e per il 2023 il Gruppo TXT prevede di continuare  il piano di acquisizioni finalizzato all’integrazione di nuove tecnologie, competenze specializzate  ed eccellenze in mercati già proprietari o attigui rispetto agli attuali, con obiettivi di crescita ambiziosi. Il finanziamento delle operazioni di acquisizione avverrà attraverso le disponibilità liquide disponibili nelle casse di TXT e le azioni proprie in portafoglio (1.163.885 azioni al 30 settembre 2022). Nell’attuale contesto geopolitico globale segnato dal conflitto militare in Ucraina, il management e gli amministratori indipendenti di TXT al momento non hanno rilevato rischi nel breve  periodo per via dell’esposizione minima e non strategica del business TXT nel territorio russo e  ucraino. Il management di TXT monitora costantemente l’evoluzione del conflitto e la relativa  instabilità macroeconomica.
Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli