Regno Unito: indagine sull'acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft

- di: Redazione
 
L'autorità di regolamentazione della concorrenza del Regno Unito ha annunciato l'avvio di un'indagine sulla proposta di acquisizione, da parte di Microsoft, da 68,7 miliardi di dollari, del colosso dei videogiochi Activision Blizzard. L' indagine su quella che sarebbe la più grande acquisizione di Microsoft nella sua storia si concentrerà sul fatto che l'accordo possa ridurre sostanzialmente la concorrenza.

Regno Unito: indagine sull'acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft

La risposta di Microsoft, che ha annunciato l'accordo a gennaio, non si è fatta attendere. "Ci aspettiamo e pensiamo che sia appropriato che le autorità di regolamentazione esaminino da vicino questa acquisizione", ha affermato in una dichiarazione Lisa Tanzi, vicepresidente e consigliere generale di Microsoft. "Siamo stati chiari su come intendiamo gestire la nostra attività di gioco e perché riteniamo che l'accordo andrà a vantaggio di giocatori, sviluppatori e industria".

"Ci impegniamo a rispondere alle domande delle autorità di regolamentazione e, in definitiva, riteniamo che una revisione approfondita aiuterà l'accordo a chiudere con ampia fiducia e che sarà positivo per la concorrenza - ha aggiunto Tanzi -.Rimaniamo fiduciosi che l'accordo si concluderà nell'anno fiscale 2023 come inizialmente previsto".

L'Autorità britannica per la concorrenza e i mercati, dopo l'acquisizione della documentazione relativa all'accordo, ha tempo fino a settembre per prendere una decisione, anche se la data esatta potrebbe cambiare.
L'accordo, secondo Microsoft, renderebbe l'azienda il terzo editore di giochi più grande al mondo dopo Tencent e Sony (quest'ultima ha annunciato a febbraio che acquisterà lo studio di giochi Bungie per 3,6 miliardi di dollari).
Il Magazine
Italia Informa n° 5 - Settembre/Ottobre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli