Auto: Nissan riduce le perdite e guarda con fiducia al futuro

- di: Brian Green
 
Nissan ha significativamente ridotto le sue perdite nel trimestre gennaio-marzo dell'anno in corso, nonostante si sia comunque registrato un netto calo delle vendite a conseguenza della pandemia da Coronavirus. Secondo quanto spiegato con l'annuncio ufficiale della Casa automobilistica, le perdite trimestrali di Nissan Motor sono state pari a 81 miliardi di yen (743 milioni di dollari), molto inferiori rispetto a quelle dello scorso anno, quando furono toccati i 710 miliardi di yen. In crescita invece le vendite trimestrali, aumentate da 2,3 trilioni di yen a 2,5 trilioni di yen.

L'amministratore delegato di Nissan, Makoto Uchida, nel corso di una conferenza stampa online, ha detto di prevedere una ripresa in questo anno fiscale, iniziato il primo aprile.
"Tutte le case automobilistiche" - ha detto l'amministratore delegato - "hanno sofferto a causa della pandemia, anche se alcune si sono dimostrate più resistenti di altre. Ma nonostante le condizioni molto difficili, ci stiamo decisamente muovendo nella giusta direzione".

Nissan prevede quindi che le sue vendite globali di veicoli aumenteranno di quasi il 9%
a 4,4 milioni di veicoli, partendo dai 4 milioni di veicoli venduti nell'anno fiscale appena concluso. Secondo Nissan, le vendite di veicoli dovrebbero aumentare in Nord America, Giappone e Cina. Comunque, Nissan prevede ancora di registrare una perdita che si aggira attorno ai 60 miliardi di yen (circa 550 milioni di dollari) per l'anno fiscale fino a marzo 2022. Si tratta però di un miglioramento rispetto alla perdita di 449 miliardi di yen (4,1 miliardi di dollari) registrata durante l'anno precedente.
La Casa, che ha sede a Yokohama, ha visto il suo marchio offuscato dallo scandalo che ha coinvolto il suo ex presidente, Carlos Ghosn, messo a capo di Nissan dal partner Renault. Ghosn è stato arrestato alla fine del 2018, riuscendo a fuggire in Libano, alla fine del 2019, mentre era libero sui cauzione.
Il Magazine
Italia Informa - N°2 Marzo-Aprile 2021
Iscriviti alla Newsletter
 
Le ultime Notizie