Il ricco Lussemburgo aumenta il salario minimo: sarà di 2.201 euro al mese

- di: Redazione
 
Il Lussemburgo, agli occhi del mondo Paese di banchieri, consulenti, revisori dei conti e avvocati di diritto internazionale, non vuole lasciare indietro i suoi cittadini che ricchi non sono (il reddito pro capite è vicino ai centomila euro all'anno). Il Parlamento ha infatti approvato all'unanimità un aumento del salario minimo pari al 2,8% a partire dal primo gennaio. Questo significa che nessun lavoratore a tempo pieno guadagnerà meno di 2.201,93 euro lordi mensili (che diventano 2.642 euro nel caso di lavori qualificati).
Gli aumenti quindi vanno da 60 a 72 euro al mese.

La misura andrà a beneficio di oltre 60.000 lavoratori, il 14,6% di tutti i salariati, esclusi i dipendenti pubblici. Ad essere gratificati saranno soprattutto i lavori dei settori della ristorazione, quelli del commercio e dell'industria. Ma la misura non ha soddisfatto tutti, dal momento che il costo della misura graverà sulle aziende per oltre 54 milioni.
In effetti, le associazioni dei datori di lavoro e le camere di commercio hanno alzato la voce di fronte a quello che considerano un colpo di mano nel mezzo di una pandemia, con bar e ristoranti chiusi e coprifuoco in vigore fino al 15 gennaio. Per risarcirli, l'Esecutivo ha promesso di pagare alle aziende più colpite dalla crisi sanitaria - quelle di turismo, tempo libero e ristorazione - un aiuto di 500 euro al mese nella prima metà del 2021 per ogni lavoratore con salario minimo, ma i datori di lavoro insistono nel chiedere l'abolizione dell'aumento salariale.
"I più poveri e i più deboli sono anche i più vulnerabili durante una crisi", ha detto il ministro della Famiglia e dell'Integrazione, Corinne Cahen, durante il dibattito in Parlamento. "Non dobbiamo dimenticare che se chi guadagna un po' meno ha un po' più di soldi da spendere, ciò implicherà anche un po' più di soldi nelle casse dei piccoli commercianti", ha detto per placare le critiche.

Il salario minimo in Lussemburgo è il più alto dell'Unione Europea, ed è aumentato dieci volte in un decennio, durante il quale si è apprezzato di 444 euro (533 euro nel caso dei lavoratori qualificati): quasi sette volte quello della Bulgaria, anche se per avere un'idea più reale del suo impatto sul potere d'acquisto bisogna guardare le statistiche del costo della vita, molto alto nel Granducato.

In Lussemburgo una buona remunerazione inizia a soglie inconcepibili ad altre latitudini. Lo stipendio medio annuo lordo ha superato nel 2018 i 65.800 euro, e la metà delle buste paga supera i 49.548 euro, ma questo benessere, favorito anche da un regime fiscale vantaggioso per le imprese, non penetra in tutti gli strati della popolazione. E il governo cerca di correggere le enormi disuguaglianze che porta. Come la misura del trasporto pubblico gratuito.
Il problema principale è quello della casa, con i fitti resi impossibili da sopportare per chi lavora con salario minimo.
Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli