Accordo per i vaccini sul luogo di lavoro, Confcommercio: "Ora ne sia garantita la reperibilità"

- di: Daniele Minuti
 
È stato sottoscritto il Protocollo nazionale per la realizzazione dei piani aziendali con l'obiettivo di creare hub di vaccinazione contro il Covid-19 sui luoghi di lavoro, con l'intesa raggiunta dal Governo con le parti sociali.

L'adesione al momento sarà volontaria e le somministrazioni saranno portate avanti dai medici aziendali e da quelli della rete Inail, con tutti i lavoratori coinvolti a prescindere dal tipo di contratto con cui agiscono nell'azienda: i datori di lavoro possono scegliere se adottare piani aziendali per predisporre punti straordinari di vaccinazione nei luoghi di lavoro per chi ne fa richiesta. Quelli che non sono tenuti alla nomina del medico competente o non possono accedere a strutture sanitarie private, potranno usare quelle dell'Inail. Costi della somministrazione saranno infine a carico del datore di lavoro, mentre la fornitura di vaccini e strumenti (quelli sanitari per il vaccino come le siringhe) è invece a carico dei Servizi Sanitari regionali.

All'incontro con i ministri di Lavoro, Salute e Sviluppo economico per la sottoscrizione del Protocollo era presente anche Confcommercio e Donatella Prampolini, vicepresidente con delega "Lavoro e Bilateralità" ha voluto commentare l'intesa raggiunta: "Con buon senso e pragmatismo, le parti sociali hanno condiviso gli aggiornamenti utili a rendere i protocolli del 2020 aggiornati alle modifiche legislative ed amministrative intervenute. È stato quindi condiviso anche un protocollo per la realizzazione dei piani vaccinali all'interno dei luoghi di lavoro, con il coinvolgimento diretto delle associazioni datoriali e le esperienze della bilateralità. Abbiamo avuto un confronto proficuo che ha poi consentito che venissero recepite le proposte fatte dalle imprese per rendere migliore il funzionamento di tali protocolli. Adesso l'imperativo è fare presto sia per garantire la reperibilità dei vaccini che per garantirne la sua efficace diffusione".
Il Magazine
Italia Informa - N°1 Gennaio-Febbraio 2021
Iscriviti alla Newsletter
 
Le ultime Notizie