Human Development Report: investimenti, assicurazioni, innovazione e inclusione contro l’incertezza

- di: Barbara Leone
 
Mai come negli ultimi tempi l’incertezza, frutto delle attuali crisi multidimensionali su scala globale, sta assumendo nuove proporzioni che impattano sulla qualità del benessere e la vita delle persone. In questo contesto la prevenzione, la preparazione e l’assicurazione sociale contro rischi futuri assumono un ruolo essenziale per affrontare incertezza e promuovere lo sviluppo sostenibile improntato all’Agenda 2030. Sono questi i temi centrali dell’edizione 2021/2022 dello Human Development Report (HDR), “Uncertain Times, Unsettled Lives: Shaping our Future in a Transforming World” presentato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale italiano e dal Programma di Sviluppo delle Nazioni Unite (UNDP), in partnership con Generali e la fondazione The Human Safety Net.

Human Development Report: investimenti, assicurazioni, innovazione e inclusione contro l’incertezza

La presentazione, avvenuta per la prima volta in Italia, si è svolta a Venezia presso la Casa di The Human Safety Net, la fondazione del Gruppo Generali, attiva in 24 Paesi con la missione di liberare il potenziale delle persone che vivono in condizioni di vulnerabilità affinché possano migliorare le condizioni di vita delle loro famiglie e comunità. Alla cerimonia hanno partecipato il Ministro Plenipotenziario presso il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale italiano Mauro Massoni, Direttore per la strategia e la programmazione della cooperazione allo sviluppo, Ulrika Modéer, Segretario Generale Aggiunto delle Nazioni Unite, Andrea Sironi, Presidente di Assicurazioni Generali e Pedro Conceição, Direttore dell’Ufficio dello Human Development Report.

Il report “Uncertain Times, Unsettled Lives: Shaping our Future in a Transforming World” pone al centro il tema dell’aumento dell’incertezza, che sta assumendo nuove dimensioni che hanno effetti profondi sulla vita delle persone. La pandemia da Covid-19, la guerra in Ucraina e il cambiamento climatico hanno destabilizzato le vite delle persone, aumentato le disuguaglianze e la polarizzazione politico-istituzionale della società, riducendo il livello complessivo di fiducia negli altri e, più in generale, nella collettività. Da due anni, infatti, e per la prima volta dal 1990, l’Indice di Sviluppo Umano (ISU) ha registrato una regressione, in calo in nove paesi su dieci. “La pandemia Covid-19 e poi la guerra in Ucraina hanno messo in rilievo fragilità nell'ordine internazionale, esacerbando l'insicurezza alimentare ed energetica, aggravando le situazioni di instabilità - ha dichiarato Mauro Massoni, Ministro Plenipotenziario presso il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale italiano nonché Direttore per la strategia e la programmazione della cooperazione allo sviluppo -. Gli investimenti effettuati dai governi per sostenere meccanismi di protezione sociale, nei settori della sanità e del contrasto alla pandemia, del rafforzamento della capacità e della resilienza delle Istituzioni, della transizione all’economia verde e della sicurezza alimentare, sono uno degli elementi essenziali per combattere efficacemente le disuguaglianze, proteggere i diritti umani e affrontare la povertà in modo sistematico. Queste sfide globali necessitano anche nuove partnership e in tal senso sono lieto di poter rilevare che gli ottimi rapporti tra l'Italia e UNDP siano progressivamente integrati da partnership con il settore privato italiano e ONG, come quella con Generali e The Human Safety Net Foundation.

L'Italia è un tradizionale sostenitore di partnership multi-stakeholder come elemento chiave per il progresso verso la realizzazione degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030”. Lo Human Development Report si pone l’obiettivo di trasformare in opportunità le sfide dovute alle nuove incertezze, con l’ambizione di puntare sullo sviluppo umano per liberare le capacità creative e di cooperazione. Per raggiungere questo scopo, il report propone tre azioni: investimento su risorse e capacità; assicurazione, inclusa quella sociale, per proteggere le persone dalle inevitabili contingenze dei tempi incerti e salvaguardare le capacità delle persone; innovazione per generare competenze utili per affrontare le sfide del futuro.

“Siamo orgogliosi - ha affermato Andrea Sironi, Presidente di Assicurazioni Generali - di ospitare proprio qui, a Venezia, l’evento europeo di presentazione dello Human Development Report: siamo nella casa di The Human Safety Net, la fondazione del Gruppo Generali che supporta gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite per promuovere il potenziale umano nei contesti più vulnerabili e lo sviluppo sostenibile. Per la prima volta in 32 anni l’Indice di Sviluppo Umano è in calo e Generali è pronta a fare la sua parte per contribuire a invertire questa tendenza, offrendo servizi innovativi in grado di mitigare la crescente incertezza. Collaboreremo in maniera sempre più stretta con realtà del settore pubblico e privato che si pongono i nostri stessi obiettivi, e la partnership che abbiamo siglato con UNDP lo scorso aprile va proprio in questa direzione ”.

Secondo lo Human Development Report, il settore assicurativo assume un ruolo strategico come forza stabilizzante di fronte all’incertezza. Dovà offrire una migliore e sempre più ampia protezione alle persone, puntando sull’innovazione e la modernizzazione dei servizi, in modo da poter affrontare con maggior efficacia l’attuale contesto di instabilità. Risultano essenziali il tema dell’inclusione finanziaria e la possibilità, anche per le persone più vulnerabili, di accedere a servizi finanziari e assicurativi per ridurre la povertà e le disuguaglianze. “Il mondo - ha sottolineato Ulrika Modéer, Segretario Generale Aggiunto delle Nazioni Unite e Direttrice dell’ufficio Relazioni esterne e advocacy di UNDP - sembra muoversi sempre più rapidamente di crisi in crisi, come quelle che riguardano il clima, la biodiversità, le disuguaglianze e la polarizzazione politica, gli sconvolgimenti tecnologici. E questo sta accadendo a una velocità e una scala superiori a quelle che abbiamo mai sperimentato. Lo Human Development Report sostiene che per navigare nel futuro dobbiamo potenziare lo sviluppo umano e concentrarci sull'empowerment. Dobbiamo quindi attuare politiche incentrate sugli investimenti, dalle energie rinnovabili alla preparazione alle pandemie, alle assicurazioni, compresa la protezione sociale, per preparare le nostre società all’estrema variabilità di un mondo incerto. Mentre l'innovazione nelle sue molteplici forme - tecnologica, economica, culturale - può anche creare capacità per rispondere a qualsiasi sfida si presenti”. Il lancio dello Human Development Report alle Procuratie Vecchie deriva dalla partnership tra l'iniziativa di punta dell'UNDP, l’Insurance and Risk Finance Facility, e Generali, siglata nell'aprile 2022, per progettare soluzioni assicurative per proteggere le famiglie vulnerabili e le piccole imprese, sviluppare soluzioni di finanziamento del rischio su larga scala con particolare attenzione all'efficacia in termini di costi, e promuovere la leadership di pensiero sullo sviluppo umano e sull'innovazione sociale.
Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli