G20: +0,1% commercio nel quarto trimestre, nel 2023 -3,3%

- di: RCor
 
Dopo alcuni trimestri di calo, l'interscambio di merci del G20 rivede un timido segno 'piu'', con aumento dello 0,1% in termini di valore nel quarto trimestre del 2023 rispetto ai tre mesi precedenti. L'anno si e' concluso con una flessione del 3,3%, dopo la crescita del 10,6% del 2022. Nel terzo trimestre 2023 il calo del commercio era stato dello 0,6% e nel secondo del 2,4%, mentre il primo trimestre aveva registrato un rimbalzo dell'1,2%, dopo l'arretramento seconda meta' del 2022. Come rileva l'Ocse in un comunicato, le variazioni nelle esportazioni e importazioni nel quarto trimestre 2023 sono state minime rispetto al terzo, poiche' la robusta ripresa nell'Asia Orientale e' stata controbilanciata da un rallentamento in Europa e Nord America. La crescita delle esportazioni e' rimasta stagnante negli Stati Uniti, dove le minori vendite di automobili sono state controbilanciate da maggiori vendite di forniture industriali. Nell'Unione Europea, le esportazioni sono diminuite dello 0,6% a causa del calo dei prodotti chimici, mentre le importazioni sono diminuite dell'1,8%. Al contrario, la crescita del commercio di merci e' stata forte nell'Asia Orientale. La Cina ha registrato un aumento delle esportazioni dello 0,6%, in parte trainato da prodotti ad alta tecnologia come i telefoni cellulari e un aumento delle importazioni del 3,9% sostenuto dai prodotti meccanici ed elettrici. Le esportazioni sono aumentate in Giappone e in Corea grazie alle forti vendite di automobili e alla ripresa del business dei semiconduttori. Le maggiori vendite di materie prime primarie hanno alimentato la crescita delle esportazioni in Australia, Indonesia e Brasile
Il Magazine
Italia Informa n° 1 - Gennaio/Febbraio 2024
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli