Amazon e Ferragamo: cause congiunte negli USA contro la vendita di prodotti contraffatti

- di: Emanuela M. Muratov
 
Amazon e Salvatore Ferragamo danno il via a un “asse” nella lotta contro la vendita di prodotti contraffatti negli Stati Uniti: il marchio di moda e il colosso dell’e-commerce hanno infatti mosso due cause congiunte negli Usa per la commercializzazione online di capi con lo storico brand italiano.
Nel comunicato, le due realtà specificano che la causa è stata intentata presso il Tribunale del distretto occidentale di Washington contro quattro persone fisiche e tre giuridiche, con l’accusa di aver messo in vendita sul proprio account nel negozio di Amazon dei prodotti contraffatti.

Questo viola le regole dell’azienda statunitense che non permette la commercializzazione di beni falsi e, naturalmente, anche i diritti di proprietà intellettuale che appartengono al marchio Salvatore Ferragamo che solamente nel 2020 "ha rimosso ben 3 milioni di profili illeciti dalle piattaforme di social media e rimosso dai siti di aste ben 94.000 inserzioni di prodotti contraffatti". Lo scorso anno sono stati addirittura 240.000 i prodotti falsi che portavano illegalmente il marchio Ferragamo sequestrati in tutto il mondo.

Micaela Le Divelec Lemmi, Amministratore delegato di Salvatore Ferragamo, ha commentato: "Le azioni che abbiamo messo in atto con grande forza in questi anni nella lotta alla contraffazione ci hanno permesso di raggiungere ottimi risultati a tutela del Marchio. Il Made in Italy e la sua qualità sono per noi fondamentali, per questo ci impegniamo per salvaguardare il brand e la nostra community di consumatori: l’azione congiunta con Amazon mostra come per Ferragamo la protezione della proprietà intellettuale sia una priorità c come si porti avanti la lotta alla contraffazione con grande forza e consapevolezza".

Dello stesso parere Dharmesh Metha, Vicepresidente Customer Trust e Partner Support di Amazon: "Nel nostro marketplace la contraffazione non è tollerata e abbiamo più volte dimostrato ai malintenzionati che eludono le nostre attività preventive che intraprendiamo azioni aggressive per chi viola la nostra policy. Grazie alla Counterfeit Crimes Unit lavoriamo in collaborazione coi marchi di lusso con l’obiettivo di proteggere la proprietà intellettuale e combattere la contraffazione".
Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2023
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli