Enel aderisce a "Re-life" per il riciclo di mobili per ufficio

- di: Barbara Bizzarri
 
Enel, multinazionale dell’energia che quest’anno festeggia il suo 60° anniversario, presente in 93 Paesi e operatore integrato leader nei mercati globali dell’energia e delle rinnovabili, primo operatore di rete per numero di utenti finali e maggiore operatore retail per numero di clienti, aderisce al progetto di economia circolare di Accenture, "Re-life", con l'obiettivo di cedere 1.700 mobili e arredi per ufficio in dismissione a enti pubblici e associazioni no profit. Con l’adesione al progetto di Accenture, Enel contribuirà a offrire una nuova vita per questi oggetti e a renderli disponibili a coloro che ne hanno più bisogno, attraverso associazioni che supportano le comunità e i territori.

Enel aderisce a "Re-life" per il riciclo di mobili per ufficio

Lo scopo è la riduzione degli sprechi, al fine di rendere il nostro ambiente più sostenibile. "Con questa iniziativa, in linea con gli obiettivi di sostenibilità dell'azienda, Enel si impegna a minimizzare gli impatti ambientali legati all'ammodernamento dei propri uffici, nelle sedi di Roma e Palermo, attraverso una gestione responsabile degli arredi in dismissione, tutelando l'ambiente e generando valore per tutta la comunità", ha spiegato Filippo Rodriguez, Responsabile Sostenibilità Italia di Enel.

Per regolare le richieste, Accenture lavorerà con Enel per raccogliere, organizzare e indirizzare le esigenze delle Associazioni sui mobili messi a disposizione attraverso "idea360", la piattaforma digitale della Fondazione Italiana Accenture, che gestisce l'acquisizione strutturata di informazioni e dati per aggregarli e poter gestire le istanze in modo efficiente.

Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli