Capacchione (Sib): "Quella delle concessioni balneari è una questione delicata"

- di: Daniele Minuti
 
Il presidente di Sib, il Sindacato italiano balneari, Antonio Capacchione (nella foto), ha commentato le parole del presidente di Confindustria Carlo Bonomi durante l'Assemblea generale tenuta lo scorso 23 settembre con argomento le concessioni balneari e l'ambulantato.

Capacchione (Sib): "La questione delle concessioni balneari è delicata"

Secondo Capacchione, quello di Bonomi è da considerarsi "un attacco gratuito e superficiale alla questione". "Le parole liquidatorie del presidente di Confindustria" - spiega il presidente di Sib - "non hanno dato, secondo l'Associazione, il giusto peso alla complessità della vicenda. Il nostro Paese sta infatti da tempo cercando di risolvere la questione delle concessioni "con serietà e nel pieno rispetto del diritto europeo e dei principi costituzionali. Evidentemente sfugge al presidente di Confindustria la distinzione fra concessioni di capitali e quelle, come per i balneari e gli ambulanti, dove prevale o è esclusivo il fattore lavoro: quello fornito da decine di migliaia di famiglie che hanno determinato il successo del turismo italiano nel mercato internazionale delle vacanze".

Secondo il sindacato, il successo degli operatori è dovuto alla loro professionalità ma soprattutto alle aziende che hanno una gestione diretta e famigliare, modalità molto più accettata rispetto a quelle del grande capitale nazionale o estero che sono viste come omologate o più impersonali: per questo viene sottolineata l'importanza "privilegiare non tanto l’investimento di capitale quanto quello del diretto lavoro del concessionario".

Sib traccia questa come la via più efficiente da un punto di vista economico che avrebbe inoltre il vantaggio di evitare anche un eccessivo carico edilizio sulla costa, che andrebbe solo a danneggiate le sue caratteristiche ambientali. L'intervento è stato chiuso in maniera piuttosto chiara: "La questione delle concessioni balneari è ben più complicata rispetto al quadro fornito dal presidente Bonomi e avrebbe meritato una trattazione più profonda".
Il Magazine
Italia Informa n° 2 - Marzo/Aprile 2024
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli