Borse: dopo la chiusura positiva di Wall Street, mercati asiatici divisi

- di: Redazione
 
Tokyo, Shanghai e Sydney chiudono in terreno positivo, al contrario di Hong Kong e Seul. È questa la sintesi dell'andamento delle borse asiatiche, dopo che venerdì Wall Street aveva chiuso fortemente positiva, registrando il suo mese migliore da novembre 2020. L' indice S&P 500, un punto di riferimento per molti fondi azionari, è aumentato dell'1,4% e ha chiuso in rialzo del 9,1% a luglio.

Borse asiatiche divise dopo la buona chiusura di Wall Street

Un rimbalzo dei titoli tecnologici, dei grandi rivenditori e di altre società le cui attività sono legate alla spesa dei consumatori diretti ha contribuito a generare ampi guadagni a luglio, sebbene l'indice sia ancora in calo del 13,3% nel corso dell'anno. L'indice Nikkei 225 di Tokyo ha guadagnato lo 0,5% a 27.948,50, mentre lo Shanghai Composite è salito dello 0,2% a 3.258,46. A Sydney, l'S &P/ASX 200 è salito dello 0,4% a 6.972,80. Perdite contenute per il Kospi di Seul (-0,1% a 2.448,47), mentre l'Hang Seng di Hong Kong ha ceduto lo 0,3% a 20.091,11. Il Nasdaq è salito dell'1,9%, chiudendo il mese in rialzo del 12,4%, mentre il Dow Jones Industrial Average è salito dell'1% e ha segnato un aumento del 6,7% per il mese.

Il Russell 2000 è salito dello 0,7%, chiudendo luglio con un guadagno del 10,4%. Dati economici deboli, incluso un rapporto giovedì che mostra che l'economia statunitense si è contratta nell'ultimo trimestre e potrebbe essere in recessione, hanno anche spinto le azioni di Wall Street al rialzo. La Fed, mercoledì, ha alzato di 0,75 punti percentuali il suo tasso di interesse chiave a breve termine, portandolo al livello più alto dal 2018, nel tentativo di rallentare l'economia statunitense e spegnere l'inflazione. Su base mensile, l'inflazione è aumentata all'1% a giugno rispetto allo 0,6% di maggio. Il greggio di riferimento statunitense ha perso 1,31 dollari a 97,31 dollari al barile. Il petrolio greggio Brent, la base per la determinazione del prezzo del petrolio internazionale, ha perso 1,04 dollari a 102,93 al barile.
Il Magazine
Italia Informa n° 4 - Luglio/Agosto 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli