ASPI con Free To X per la mobilità elettrica su rete autostradale

- di: Daniele Minuti
 
Autostrade per l'Italia accelera nel suo piano di mobilità elettrica e sostenibili: ASPI ha infatti annunciato l'entrata in funzione della prima postazione di ricarica super veloce per veicoli ad alimentazione elettrica nella stazione di servizio di Secchia Ovest, zona Modena, con la seconda di Roma che sarà inaugurata a breve.

I punti di ricarica sono gestiti dalla nuova società Free To X che sta realizzando una delle più estese reti di ricarica ad alta potenza d'Europa: in ogni stazione ci saranno dalle 4 alle 5 colonnine che permetteranno il "rifornimento" in maniera rapida. Completato il piano di installazione previsto su 100 stazioni, la distanza media fra le aree di ricariche sarà di circa 50 chilometri, con i conducenti che potranno usufruire dei servizi in autonomia grazie alle applicazioni dei propri provider.

Roberto Tomasi, amministratore delegato di Autostrade per l'Italia, ha commentato: "Lavoriamo con grande impegno per realizzare la più estesa infrastruttura d'Italia per la ricarica veloce dei mezzi elettrici, il Paese sconta un ritardo nel campo della mobilità sostenibile e per questo abbiamo voluto investire più di 45 milioni di euro, in modo da rendere possibile il viaggio in autostrada con auto elettriche e con tempi simili di ricarica rispetto a un'auto tradizionale. La nostra strategia è in linea con gli obiettivi del Recovery Fund e della Legge di Stabilità, il tutto facilitando spostamenti di medio-lungo raggio su quattro ruote, priorità per tanti cittadini dopo lo scoppio della pandemia. L'ambizione di Free To X e di andare oltre l'autostrada, mettendo i propri servizi a disposizione di mobilità integrata per grandi aree urbane e smart cities".

L'amministratore delegato di Free To X, Giorgio Moroni, ha aggiunto: "Le nostre potenzialità industriali e di servizio sono molto elevate, lavoriamo con la logica di una startup consapevoli dell'importanza del nostro ruolo nel campo della mobilità sostenibile. Assieme alla gestione delle colonnine elettriche, stiamo sviluppando altri servizi che aiuteranno i viaggiatori, come conoscere in anticipo le tempistiche di viaggio grazie ai big data, cosa che ci permetterà di introdurre un sistema di rimborso dinamico per i pedaggi per utenti che restano più tempo in auto per via di lavoro. Guardiamo anche con attenzione alle nuove forme di mobilità integrata che sono sempre più importanti nelle grandi aree urbane, con la nostra tecnologia e con partnership mirate, vogliamo rendere la vita di chi si sposta in autostrada e in città più facile".

Il Magazine
Italia Informa - N°2 Marzo-Aprile 2021
Iscriviti alla Newsletter
 
Le ultime Notizie