L'Argentina volta pagina e scommette sull'ultraliberista Milei

- di: Redazione
 
L'Argentina, in piena crisi economica e con i bilanci domestici devastati da una inflazione che ha abbondantemente superato i 100 per cento annuo, ha deciso di puntare, per la propria rinascita, sull'ultraliberista Javier Milei, che ha vinto il ballottaggio presidenziale superando il ministro dell'Economia, il peronista Sergio Massa.
Le proposte estremistiche di Milei, tra le quali quella di ''fare saltare in aria'' la banca centrale, hanno ottenuto il sostegno degli elettori alla disperata ricerca di un cambiamento.
Secondo i risultati, comunque ancora provvisori e che riguardano il 90 per cento dei voti scrutinati, Milei, con il 56 per cento, ha staccato di dodici punti l'avversario.

L'Argentina volta pagina e scommette sull'ultraliberista Milei

Rivolgendosi ai suoi sostenitori, a Buenos Aires, Milei ha detto che ''oggi inizia la ricostruzione dell'Argentina. Oggi inizia la fine del declino dell'Argentina. Il modello di decadenza è giunto al termine. Non si può tornare indietro''. "L'Argentina - ha detto ancora - ritornerà al posto che non avrebbe mai dovuto perdere nel mondo. Lavoreremo fianco a fianco con tutte le nazioni del mondo libero, per contribuire a costruire un mondo migliore".
Massa ha preso atto della sconfitta ("Ovviamente i risultati non sono quelli che ci aspettavamo'') congratulandosi con il vincitore che da domani, ha detto, avrà ''la responsabilità di dare certezze''.
Javier Milei, paragonato a Donald Trump e all’ex leader brasiliano Jair Bolsonaro, ha poca esperienza politica, cosa che forse ha fatto presa negli elettori, delusi da anni di politica incapace di fare risollevare il Paese.
Ma alcune delle sue ricette, come quella dell'adozione del dollaro americano come valuta ufficiale del Paese, è stata accolta entusiasticamente dai suoi sostenitori. Al contrario della maggioranza degli economisti, che sostengono che questa misura potrebbe tradursi in un disastro finanziario

In un Paese in cui l’inflazione annuale è ormai superiore al 140% e due persone su cinque vivono in povertà, la sua vittoria dimostra che gli argentini sono stufi della politica tradizionale e che sono disposti a provare qualcosa di nuovo nel tentativo di migliorare la propria vita.
Donald Trump non ha atteso molto per congratularsi con Milei: "Il mondo intero stava guardando! Sono molto orgoglioso di te".
Il consigliere per la sicurezza nazionale della Casa Bianca, Jake Sullivan, in un post, ha affermato che gli Stati Uniti "non vedono l'ora di costruire le nostre forti relazioni bilaterali basate sul nostro impegno condiviso per i diritti umani, i valori democratici e la trasparenza".
Notizie della stesso argomento
Trovati 10 record
Pagina
1
19/07/2024
Stati Uniti: Trump "arruola" Dio e promette di plasmare il Paese per i prossimi decenni
18/07/2024
Giappone: nel primo semestre dell'anno l'export torna a crescere
17/07/2024
Starmer promette di ''togliere i freni'' alla Gran Bretagna
17/07/2024
Cina: il Partito comunista definisce le riforme per rilanciare l'economia
17/07/2024
Fmi rivede al rialzo le previsioni di crescita per India e Cina
16/07/2024
Usa: la Federal Reserve a un passo dal taglio dei tassi di interesse
Trovati 10 record
Pagina
1
Il Magazine
Italia Informa n° 3 - Maggio/Giugno 2024
Newsletter
 
Iscriviti alla nostra Newsletter
Rimani aggiornato su novità
eventi e notizie dal mondo
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli