Energy ammessa alle negoziazioni su Euronext Growth Milan

- di: Barbara Bizzarri
 
Energy S.p.A., società attiva nell’offerta di sistemi integrati di accumulo di energia, ha ricevuto oggi dalla Borsa Italiana il provvedimento di ammissione alle negoziazioni su Euronext Growth Milan, sistema multilaterale di negoziazione organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A., dedicato alle piccole e medie imprese ad elevato potenziale di crescita. Il collocamento ha avuto ad oggetto 11.375.000 di azioni ordinarie rivenienti da un aumento di capitale ad un prezzo di Euro 2,40 per azione, per un controvalore di 27,3 milioni di euro riservato ad investitori istituzionali, e investitori qualificati sia italiani che esteri. È stata, inoltre, concessa ai Joint Global Coordinators un’opzione per l’acquisto al prezzo di Offerta di azioni ordinarie fino a massimi complessivi di 2,7 milioni di euro, corrispondente al 10% circa dell’offerta (c.d. opzione Greenshoe). L’avvio delle negoziazioni è previsto il 1 agosto 2022 e il lotto minimo è pari a 500 azioni.

Le richieste di sottoscrizione sono pervenute da investitori di primario standing, prevalentemente italiani, e con un orizzonte temporale di lungo periodo. Nell’ambito dell’offerta, Energy S.p.A. ha ricevuto l’impegno irrevocabile da parte di RPS S.p.A., società del Gruppo Riello Elettronica, leader nel mercato dei gruppi statici di continuità, a sottoscrivere in qualità di cornerstone investor un importo pari a 10,0 milioni di euro, pari a circa il 6,79% del capitale sociale della Società. Fondata nel 2013 da Davide Tinazzi, Andrea Taffurelli e Massimiliano Ghirlanda, Energy è un integratore avanzato per sistemi di accumulo di energia (Energy Storage System, ESS). In questo contesto, la Società progetta, commercializza e fornisce assistenza sui sistemi avanzati di accumulo di energia utilizzando il marchio proprietario zeroCO2. In aggiunta a tale attività, Energy sta provvedendo ad internalizzare alcune fasi produttive strategiche dei componenti utilizzati, con l’obiettivo di divenire un full system integrator, in grado di presidiare tutta la filiera dei sistemi avanzati di accumulo di energia. Coerentemente con tale approccio, nel maggio 2022 la Società ha avviato un nuovo stabilimento produttivo che consentirà l’evoluzione della sua operatività industriale. 

Davide Tinazzi, Co-fondatore e Amministratore Delegato di Energy S.p.A., ha dichiarato: “La quotazione in Borsa  si coniuga con la ferma volontà di accelerare il piano di crescita ed incrementare il presidio della filiera produttiva relativa ai sistemi avanzati di accumulo di energia. La quotazione è per noi un passo strategico per consolidare e accelerare il modello di business verso una produzione di ESS completamente integrata per dare un impulso ancora maggiore allo sviluppo sia in Italia che all’estero, anche attraverso acquisizioni, e cavalcare i trend di settore più interessanti da first mover riconosciuto. Siamo in un  settore innovativo che vive una fase di forte crescita in cui Energy ha saputo distinguersi con intraprendenza e innovazione, e siamo convinti di poter proseguire a tassi di crescita importanti anche nei prossimi anni”. La capitalizzazione di mercato, sulla base del prezzo di collocamento, sarà pari a circa 147,3 milioni di euro. Assumendo l’integrale esercizio dell’opzione Greenshoe, il flottante sarà pari a circa il 13,6% (calcolato rispetto al totale delle azioni, ivi incluse le PAS). Gli azionisti della Società hanno destinato fino a circa il 23,0% delle azioni ordinarie possedute pre-IPO al servizio di un meccanismo di protezione del valore delle azioni e quindi a protezione degli investitori di mercato, denominato Price Adjustment Share (PAS), da applicarsi secondo una progressione lineare qualora non siano raggiunti determinati obiettivi di redditività per gli anni 2022, 2023 e 2024 (EBITDA 2022 pari ad Euro 21,5 milioni, EBITDA 2023 pari a Euro 30,0 milioni ed EBITDA 2024 pari a Euro 40,0 milioni). 

Nell’ambito dell’IPO, La Compagnia Holding Merchant Bank ha avuto il ruolo di Advisor Finanziario, UniCredit e Stifel Europe Bank hanno agito in qualità di Joint Global Coordinators e Joint Bookrunners. Stifel Europe Bank agisce, inoltre, in qualità di Euronext Growth Advisor e Specialist. Advant Nctm è consulente legale e fiscale dell’emittente e dei Joint Global Coordinators, mentre Macchion Resoli & Associati è consulente legale per l’emittente. KPMG è la Società di revisione, e Governance Advisors svolge il ruolo di advisor per la verifica dei dati extracontabili. Spriano Communication & Partners è advisor della comunicazione corporate e finanziaria. Al 31 dicembre 2021, i ricavi di Energy sono stati pari a Euro 51,5 milioni (con una crescita a tripla cifra rispetto ai 20,2 milioni di euro dell’esercizio 2020), con un EBITDA di 10,4 milioni (pari al 20% sui ricavi). La Società  prevede nel 2022 un fatturato compreso nel range di 120,0-140,0 milioni di euro e di proseguire la forte crescita anche nei prossimi esercizi grazie ad un solido portafoglio ordini e al rafforzamento del suo posizionamento strategico.
Il Magazine
Italia Informa n° 4 - Luglio/Agosto 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli