Le ricette degli altri - Usa, arrestati alle frontiere due milioni di clandestini

- di: Redazione
 
Gli Stati Uniti continuano a fare i conti con un imponente fenomeno di immigrazione clandestina che sta spaccando non solo politicamente il Paese, sulla scia delle divisioni tra repubblicani e democratici su quali siano le migliori strategie di contrasto.
Nelle ultime settimane i repubblicani (sia a livello di Congresso, che di parlamentari degli Stati che di governatori) hanno intensificato le critiche all'amministrazione Biden, che risponde dicendo che sta lavorando per gestire umanamente l'immigrazione e sottolinea la sua limitata influenza su coloro che cercano di entrare nel Paese.

Le ricette degli altri - Usa, arrestati alle frontiere due milioni di clandestini

Secondo l'US Border Patrol (cui è affidato il controllo dei confini nazionali) il numero delle persone che hanno tentato di entrare illegalmente nel Paese e sono state sottoposte a provvedimenti di fermo o arresto ha superato , nell'anno fiscale, i due milioni. Anche quando manca ancora un mese alla fine dell'anno fiscale (il periodo preso in esame), il numero di arresti segna un aumento significativo rispetto al 2021, quando i migranti irregolari arrestati sono stati 1,66 milioni.

Un numero crescente di migranti ha esercitato il proprio diritto legale di evitare l'espulsione tramite richieste umanitarie da quando la pandemia di COVID-19 ha completamente interrotto le procedure standard di immigrazione nel marzo 2020.
La quantità di tempo necessaria per risolvere le richieste umanitarie che i migranti possono fare per rimanere negli Stati Uniti significa che molti finiscono per rimanere in un limbo amministrativo per mesi o anni, mentre i loro casi vengono giudicati.

Le autorità in generale hanno visto in agosto un aumento del 2,2% su base mensile degli intercettamenti di migranti, con minori arrivi dall'America centrale e Messico e in numero maggiore da Cuba, Nicaragua e Venezuela.
Secondo i dati del governo, delle 203.598 fermate lungo il confine sud-ovest del mese scorso, più di due terzi erano adulti soli. Per il 48% di questi ultimi il tentativo di entrare illegalmente negli Stati Uniti si è tradotto in una rapida espulsione dal Paese, in base a un'ordinanza dell'era Trump, che riduce le opportunità per i migranti di avanzare pretese legali per evitare l'espulsione.
Sulla base di questa norma lo scorso anno più di 1,04 milioni di arresti della US Patrol hanno comportato l'espulsione immediata.
Le politiche della Casa Bianca sono nel mirino dei repubblicani, con alcuni loro esponenti degli Stati di confine che, acquistando loro biglietti di bus o di aerei, hanno spinto gli immigrati a spostarsi in Stati amministrati dai democratici.
Tags: usa, esteri
Il Magazine
Italia Informa n° 5 - Settembre/Ottobre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli