STMicroelectronics e Soitec collaborano su tecnologia per produrre substrati in SiC

- di: Barbara Leone
 
STMicroelectronics, leader globale nei semiconduttori con clienti in tutti i settori applicativi dell’elettronica, e Soitec, leader nella progettazione e produzione di materiali semiconduttori innovativi, annunciano la nuova fase della loro collaborazione sui substrati in SiC (carburo di silicio), che prevede che ST qualifichi la tecnologia dei substrati in SiC di Soitec nel corso dei prossimi 18 mesi. L’obiettivo di questa collaborazione è l’adozione da parte di ST della tecnologia SmartSiC di Soitec per la futura produzione di substrati da 200 mm che andranno ad alimentare le sue attività di produzione di dispositivi e moduli, con una produzione in volumi prevista a medio termine.

STMicroelectronics e Soitec: nuova fase della collaborazione su substrati in SiC

“Il passaggio alle fette in SiC da 200 mm - ha dichiarato Marco Monti, President Automotive and Discrete Group di STMicroelectronics - apporterà vantaggi sostanziali ai nostri clienti dei settori automotive e industriale, mentre accelerano la transizione verso l’elettrificazione dei loro sistemi e prodotti. È importante per trainare economie di scala e accompagnare l’espansione in volumi dei prodotti. Abbiamo scelto un modello integrato verticalmente per massimizzare il nostro know-how nell’intera catena di produzione, dai substrati di alta qualità fino alla produzione front-end e back-end su larga scala. L’obiettivo della collaborazione tecnologica con Soitec è continuare a migliorare le rese e la qualità della nostra produzione”.

Del resto, come sottolineato da Bernard Aspar, Chief Operating Officer di Soitec, “l’industria dell’automobile sta attraversando un profondo cambiamento con l’avvento dei veicoli elettrici. La nostra tecnologia molto avanzata SmartSiC™, che adatta il nostro esclusivo processo SmartCut™ ai semiconduttori in carburo di silicio, svolgerà un ruolo chiave nell’accelerare la loro adozione. La combinazione dei substrati SmartSiC™ di Soitec con il knowhow e la tecnologia di STMicroelectronics leader nel settore del carburo di silicio è un game changer per la produzione di chip nel settore automotive e fisserà nuovi standard”.

Il carburo di silicio è un materiale semiconduttore composto grandemente innovativo, le cui proprietà intrinseche consentono di ottenere livelli di prestazioni ed efficienza superiori rispetto al silicio in applicazioni di potenza strategiche e in forte crescita nei campi della mobilità elettrica, dei processi industriali e non solo. Rende possibile una conversione di potenza più efficiente, la progettazione di soluzioni più leggere e compatte e una riduzione complessiva dei costi di progettazione del sistema – tutti parametri e fattori chiave per il successo dei sistemi in campo automotive e industriale. La transizione dalle fette da 150 mm a quelle da 200 mm consentirà un incremento sostanziale della capacità produttiva, permettendo di arrivare quasi a raddoppiare l’area utile per la produzione di circuiti integrati e aumentando di 1,8-1,9 volte il numero dei chip realizzabili per wafer. SmartSiC™ è una tecnologia proprietaria di Soitec che utilizza la tecnologia SmartCut™, anch’essa proprietaria di Soitec, per dividere un sottile strato di una fetta in SiC di alta qualità, il cosiddetto “donatore”, e lo lega su una fetta polySiC a bassa resistività, denominata “handle”.

Il substrato così strutturato migliora le prestazioni dei dispositivi e le rese di produzione. Il “donatore” in SiC di alta qualità può essere riutilizzato più volte, riducendo sensibilmente il consumo di energia complessivo necessario per produrlo. Come produttore integrato di dispositivi, STMicroelectronics lavora con più di 200 mila clienti e migliaia di partner per progettare e costruire prodotti, soluzioni ed ecosistemi che rispondono alle loro sfide e opportunità, e alla necessità di supportare un mondo più sostenibile. L’azienda è caratterizzata da 48 mila creatori e costruttori di tecnologie a semiconduttore e governa la catena di fornitura nei semiconduttori con siti manifatturieri allo stato dell’arte. Le tecnologie targate ST consentono una mobilità più intelligente, una gestione più efficiente della potenza e dell’energia e il dispiegamento su larga scala dell’Internet of Things e della connettività. Inoltrel’azienda è impegnata a diventare carbon neutral entro il 2027.
Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli