Snam: ricavi (+5,6%) e utile (+8,3%) in crescita nel primo trimestre

- di: Giuseppe Castellini
 
“I risultati del primo trimestre 2021 confermano il percorso di crescita di Snam, grazie alla solidità del nostro core business e all’importante contributo delle nuove partecipazioni, come quella in De Nora. Prosegue il lavoro di ottimizzazione della struttura finanziaria, anche grazie all’emissione di transition bond per ulteriori 750 milioni di euro a febbraio 2021, e si rafforza il nostro impegno nella finanza sostenibile, che sale al 50% del totale. Abbiamo aumentato i nostri investimenti, superando i 230 milioni di euro nel trimestre, dando un contributo alla ripresa economica dell’Italia. Stiamo sviluppando le iniziative nell’idrogeno - dalla certificazione della rete di trasporto al lancio di nuovi progetti - nell’efficienza energetica, nel biometano e nella mobilità sostenibile per supportare la transizione ecologica in atto e il raggiungimento degli obiettivi climatici nazionali ed europei. L’impegno in ambito ambientale e, in generale, i fattori Esg sono al centro delle nostre strategie per conseguire l’obiettivo del successo sostenibile nell’interesse di tutti i nostri stakeholder”.

Questo il commento dell’Amministratore delegato di Snam, Marco Alverà (nella foto), sui risultati del primo trimestre 2021 del Gruppo, che rispetto al primo trimestre 2020 vede i ricavi totali in crescita del 5,6% (a 717 milioni di euro, per effetto della crescita dei business della transizione energetica) e l’utile netto in aumento dell’8,3% (a 313 milioni di euro). L’Ebitda evidenzia un incremento dello 0,7% (559 milioni). In aumento anche gli investimenti tecnici (+5%, a 220 milioni di euro). L’indebitamento finanziario netto si attesta a 13,709 miliardi di euro (+822 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2020,a seguito principalmente delle acquisizioni di partecipazioni effettuate nel periodo e del pagamento dell’acconto sul dividendo 2020).

Sul fronte dei ricavi, da evidenziare che quelli dei nuovi business della transizione energetica aumentano di 34milioni di euro rispetto al primo trimestre 2020 per effetto del forte sviluppo delle attività di efficienza energetica, in particolare in ambito residenziale, e dell’apporto di Mieci ed Evolve, due società entrate nel perimetro di consolidamento a fine 2020.

Tra i fatti di rilievo, le iniziative del Gruppo nel campo dell’idrogeno: “In data 22 aprile 2021” - si afferma nella Trimestrale - “Snam4Mobility, società del Gruppo Snam attiva nella mobilità sostenibile, e Wolftank Hydrogen, azienda del Gruppo austriaco Wolftank-Adisa dedicata a impianti di produzione e distribuzione di idrogeno ed energie rinnovabili, hanno annunciato l’avvio di una collaborazione finalizzata a dare impulso alla mobilità a idrogeno attraverso la realizzazione di stazioni di rifornimento per automobili, bus e camion. Inoltre, in data 22 marzo 2021, Sname Mubadala Investment Company, investitore attivo nella transizione energetica a livello globale, hanno firmato un Memorandum of Understanding (MoU) con l’obiettivo di collaborare su iniziative congiunte di investimento e sviluppo sull’idrogeno”.
Il Magazine
Italia Informa - N°2 Marzo-Aprile 2021
Iscriviti alla Newsletter
 
Le ultime Notizie