Open Fiber: stanziati 4 milioni ad Alcamo per la fibra ottica

- di: Barbara Bizzarri
 
Open Fiber ha avviato i lavori per l'installazione della nuova rete di telecomunicazioni interamente in fibra ottica nel Comune siciliano di Alcamo. Il progetto, al fine di limitare il più possibile l’impatto e gli eventuali disagi per la comunità, prevede un ampio riutilizzo di infrastrutture esistenti e, come nei cantieri aperti in tutta Italia, gli scavi sono effettuati privilegiando metodologie innovative e a basso impatto ambientale: tra queste la più utilizzata è la minitrincea, ovvero lo scavo su strada, largo 10 centimetri e profondo dai 35 ai 50 centimetri, riempito contestualmente alla posa dei cavi con malta cementizia. Trascorsi almeno 30 giorni da questo ripristino provvisorio, il tempo tecnico necessario all’assestamento del materiale, si definisce l’intervento con la scarifica della sede stradale interessata e la posa dell’asfalto a caldo. Ogni fase è coordinata tra Open Fiber e gli uffici comunali competenti.

Open Fiber: 4 milioni ad Alcamo per la fibra ottica

L’intervento d’innovazione tecnologica, finanziato dall'operatore, è regolato da una convenzione stipulata tra l’azienda e l’amministrazione comunale. La società, guidata dall’Amministratore Delegato Mario Rossetti, ha pianificato nella città siciliana un investimento di 4 milioni di euro per il cablaggio di circa 15mila unità immobiliari. A concludere l’accordo, il sindaco Domenico Surdi insieme ai rappresentanti di Open Fiber: Clara Distefano, regional manager Sicilia, Dorotea Lo Greco, Affari Istituzionali Area Sud, e Daniele Cristiano, field manager e responsabile dei lavori di cablaggio in città. Il sindaco Domenico Surdi e l’assessore agli investimenti e alle opere pubbliche Mario Viviano, hanno dichiarato congiuntamente: “Si tratta di un importante intervento ai fini della digitalizzazione della città. A beneficiare di questa opportunità tecnologica, che porterà Alcamo allo stesso livello delle principali città italiane, saranno famiglie, imprese e la stessa pubblica amministrazione. Prosegue quindi il percorso di digitalizzazione del comune, potenzieremo così la rete di interconnessione fra gli uffici, garantendo una maggiore produttività e naturalmente, vigileremo sulla corretta esecuzione degli scavi, sui quali, in sede di convenzione, sono state stabilite le modalità di ripristino del manto stradale”.

La nuova infrastruttura, estesa per circa 60 km grazie a 8mila km di cavi in fibra ottica, sarà realizzata in modalità FTTH, Fiber To The Home, unica soluzione tecnologica in grado di restituire velocità di connessione fino a 10 Gigabit al secondo e latenza inferiore ai 5 millisecondi.
Già nei prossimi mesi, i cittadini alcamesi potranno usufruire della banda ultralarga: quando sarà disponibile la vendibilità dei servizi, gli interessati non dovranno far altro che verificare la copertura del proprio indirizzo sul sito dedicato e contattare uno degli operatori disponibili per scegliere il piano tariffario preferito.
Il Magazine
Italia Informa n° 5 - Settembre/Ottobre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli