Ocse: "Fondamentale la riforma della Pa in Italia per sfruttare il Recovery Fund"

- di: Daniele Minuti
 
L'Ocse ha pubblicato il suo rapporto "Going for Growth" e in esso ha tracciato le linee guida per diversi paesi nella difficile sfida che sarà la ripresa dalla crisi economica e sanitaria globale causata dalla pandemia da Covid-19.

Per quanto riguarda l'Italia, la fotografia scattata è piuttosto evidente e punta il dito su un grosso difetto che era contenuto nella bozza del Recovery Plan preparata dal precedente Governo di Giuseppe Conte: "La priorità deve essere una riforma a tutto campo della Pubblica Amministrazione che dovrà portare a ripensare totalmente la governance degli investimenti pubblici in modo da aumentare il coordinamento e il livello di implementazione attraverso diversi livelli di Governo. Senza questo, non si riuscirà a usare i fondi della Recovery and Resilience Facility in maniera efficace per affrontare i problemi strutturali alimentati nei tanti anni di stagnazione, esplosi poi con la crisi dello scorso anno. Le varie disparità territoriali, di genere, anagrafiche allargate da una produttività che fino al 2000 era oltre la media dei migliori paesi Ocse e oggi invece è scesa sotto del 17%, arrivando a trascinare a quota -26% il reddito nazionale pro capite".

L'Ocse quindi descrive un paese impoverito in cui il Pil in calo distribuisce ricchezza con forte diseguaglianza e il livello di investimenti pubblici in rapporto al Pil è fermo alla metà delle medie: la riforma servirà quindi a "semplificare i processi amministrativi attraverso i diversi livelli di governo portando a una regolazione più omogenea fra le Regioni in modo da abbattere i costi di investimento per le aziende italiane ed estere". Il tutto di fronte alla difficoltà di coordinazione statale fra le regioni, ben evidenziata dal caos vaccinale.

Il documento è consultabile integralmente qui.

Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2023
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli