Continua l'agonia di Evegrande, le azioni perdono il 20%

- di: Redazione
 
Mentre è stata fissata al quattro dicembre l'ultima udienza dell'alta corte di Hong Kong, che dovrà prendere una decisione sull'ordine di liquidazione, le azioni dello sviluppatore immobiliare cinese Evergrande hanno registrato un nuovo crollo, perdendo, a conclusione della seduta di venerdì, il 20% del loro valore.

Continua l'agonia di Evegrande, le azioni perdono il 20%

Questa mattina il titolo ha toccato il minimo storico di 18,8 centesimi di Hong Kong, prima di recuperare leggermente a 22,2 centesimi. Evergrande (che ha oltre 300 miliardi di dollari americani di passività) deve presentare una proposta di ristrutturazione rivista prima del quattro dicembre, altrimenti la società verrà probabilmente liquidata.

Alla fine di settembre Evergrande, che era il più grande sviluppatore del settore immobiliare privato cinese in termini di vendite, ha rivelato che il suo amministratore delegato e direttore e presidente esecutivo, Hui Ka Yan, era stato arrestato e messo sotto indagine.

Una serie di default del debito nel vasto settore immobiliare cinese a partire dal 2021 ha lasciato dietro di sé condomini incompiuti e acquirenti di case scontenti. Gli osservatori temono che la crisi immobiliare possa rallentare ulteriormente la seconda economia mondiale e diffondersi a livello globale.
Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2023
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli