De Lise: "La cultura può essere un volano per la ripresa economica"

- di: Daniele Minuti
 
Il presidente Unione nazionale giovani dottori commercialisti ed esperti contabili, Matteo De Lise, è intervenuto durante il webinar intitolato "L'economia della cultura nel 2021, tra emergenza sanitaria e riaperture". E con le sue parole ha sottolineato quale possa essere il ruolo della cultura nella tanto attesa risalita del Paese dopo la crisi.

"La cultura può essere un volano per la ripresa economica italiana" - spiega De Lise - "e salvare il Paese da un destino che non è segnato nonostante stia vivendo un periodo molto complicato. Pensiamo che gli investimenti sulla cultura siano fondamentali dato che si tratta di un settore strategico per l'Italia, sul quale anche l'Unione giovani dottori commercialisti ha scelto di puntare con forza: siamo sicuri che l'arte in generale possa rappresentare un campo da gioco determinante per lo sviluppo della professione".

Il presidente ha poi toccato l'argomento legato alle prossime iniziative della giunta dell'Unione: "Il nostro obiettivo è essere operativi su tutto il territorio nazionale, mettendoci a disposizione di ogni unionista che ha intenzione di partecipare alla grande sfida delle elezioni. Si tratta di un periodo complicato e come giunta ci impegneremo in ogni modo per dare supporto ai nostri iscritti, teniamo particolarmente anche a un altro appuntamento cioè il forum che è in programma il 16 luglio a Roma, che sarà il primo evento in presenza dell'Unione dallo scoppio della pandemia".

Gli fa eco Camilla Zanichelli, consigliere di Giunta Ungdec: "Un webinar dei dottori commercialisti sull'argomento cultura è fuori dagli schemi, il traguardo che ci poniamo è istituire una serie di incontri su temi non legati strettamente a finanza ed economia, perché siamo convinti ci siano molti più settori importanti per la nostra categoria come l'arte. Che al giorno d'oggi si è reinventata aprendosi al mondo digitale, andando a interessare moltissime imprese: pur nella sua drammaticità, la pandemia ci ha spinti a trovare nuove soluzioni".

Il Magazine
Italia Informa - N°2 Marzo-Aprile 2021
Iscriviti alla Newsletter
 
Le ultime Notizie