Covivio e Generali, completata l’operazione di rafforzamento nell’asset class hotel

- di: Barbara Bizzarri
 

È stata perfezionata oggi da Covivio e Generali una operazione di conferimento dell'8,3% del capitale di Covivio Hotels detenuto da Generali in cambio di nuove azioni Covivio. Il rapporto di cambio per questa operazione è di 31 azioni Covivio per 100 azioni Covivio Hotels, post stacco del dividendo 2023. Generali si è impegnata a non trasferire le azioni Covivio ricevute in cambio delle sue azioni Covivio Hotels fino al 31 luglio 2024. Covivio detiene ora il 52,2% delle azioni e dei diritti di voto di Covivio Hotels: una transazione che mira a riequilibrare il portafoglio del Gruppo, aumentando così l'esposizione al settore alberghiero che offre promettenti prospettive di crescita. Si prevede che la crescita dei pernottamenti raggiungerà il +5%/anno entro il 2030, mentre l'offerta futura rappresenta in media solo il 2% dello stock alberghiero esistente in Europa. La quota di hotel nel portafoglio di Covivio è ora del 20%, rispetto al 17% alla fine del 2023, accelerando il bilanciamento tra hotel, uffici e residenziale.

Covivio e Generali, completata l’operazione di rafforzamento nell’asset class hotel

Con questa acquisizione che rappresenta l’equivalente di 500 milioni di euro di patrimonio, Covivio rafforza la sua posizione in uno dei portafogli di maggiore qualità sul mercato, che comprende 313 hotel di prima categoria, l'89% dei quali si trova nelle principali città turistiche europee come Parigi, Berlino, Roma, Londra, Barcellona e Madrid. 

Questo rafforzamento avrà un impatto positivo sull'utile netto ricorrente (utile EPRA rettificato) per azione di circa +1% (quasi neutro per il NAV, a -0,3%). La guidance sull’utile netto ricorrente per il 2024 comunicata a metà febbraio 2023 (di circa 440 milioni di euro) non tiene conto di questa operazione, il cui impatto sarà specificato in occasione dei risultati semestrali del 2024. Anche gli indicatori di indebitamento di Covivio miglioreranno: Covivio Hotels avrà un rapporto LTV del 34% e un rapporto debito netto/EBITDA di 8,5x. 

Nelle prossime settimane, Covivio lancerà un'offerta pubblica di scambio obbligatoria sotto forma di offerta semplificata, per il restante capitale sociale di Covivio Hotels, alle stesse condizioni del conferimento da parte di Generali (31 azioni Covivio per 100 azioni Covivio Hotels, post stacco del dividendo 2023). Covivio non intende attuare uno squeeze-out al termine dell'Offerta, né realizzare una fusione entro 12 mesi dalla chiusura dell'Offerta.

Il Magazine
Italia Informa n° 2 - Marzo/Aprile 2024
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli