Coldiretti: "Scaffali vuoti e cibo buttato a causa del blocco dei tir"

- di: Daniele Minuti
 
Coldiretti ha pubblicato una nota con cui ha commentato la protesta degli autotrasportatori che dalla Sicilia alla Puglia fino alla Campania riguarderà una grossa fetta del Paese, coinvolgendo anche un tratto dell'autostrada A1. E data la grande quantità di merci che viaggia su strada, questo sciopero e i blocchi statali provocheranno danni immensi relativi ai prodotti deperibili come frutta e verdura che resteranno fermi in magazzini o scaffali.

Coldiretti analizza lo spreco di cibo causato dallo sciopero dei tir a causa del caro energia

Una situazione che rende ancor più grave il momento della filiera agroalimentare, ancora in sofferenza per l'aumento dei costi di produzione delle materie prime e dell'energia, acuite anche dalle tensioni internazionali in campo geopolitico. Il tutto con ancora ben vivo l'impatto sulle esportazioni con concorrenti stranieri pronti a prendere il posto del Made in Italy in un momento in cui il nostro Paese fatica a mantenere viva la sua presenza su mercati internazionali.

La nota Coldiretti spiega
: "Occorre trovare una soluzione immediata per rimuovere i blocchi stradali e consentire la ripresa dei ritiri dei prodotti nei magazzini e la consegna ad industrie alimentari e distribuzione commerciale. Sul piano strutturale occorre intervenire con i fondi del Pnrr per ridurre il deficit logistico nazionale che fa perdere comeptitività al Made in italy sui mercati internazionali".

Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2023
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli