A Civitanova Marche Largo Toro seduto, "era un leghista doc"

- di: Ansa
 
Il Comune di Civitanova Marche (Macerata) dedicherà una via a Toro Seduto, leggendario capo della tribù dei Sioux. Ad essere precisi lo slargo davanti alla palestra di Civitanova Alta, che dal prossimo primo di aprile sarà appunto dedicato al condottiero indiano, si chiamerà "Piazzale Thathanka Iyotake-Hunkpapa Lakota Wicasa Wakan (Toro Seduto)". E la polemica politica in consiglio comunale non è tardata a divampare. Non tanto per l'attribuzione, ma per come sarebbe maturata. Nel 2018 il Pd propose di titolare una via ad Anna Frank, l'allora vicesindaco di centrodestra Fausto Troiani - oggi presidente del Consiglio comunale - nel tentativo politico di contrastare la proposta dem se ne uscì con una boutade: "allora dedichiamo una via anche a Toro Seduto". Cinque anni dopo, la giunta comunale ha deliberato l'intitolazione delle vie sia ad Anna Frank che a Toro Seduto. Il sindaco Fabrizio Ciarapica - primo cittadino anche nel 2018 - giura all'ANSA che "l'intitolazione della piazza a Toro Seduto non è da attribuire a quell'uscita, ma va collocata nell'inclusività e nei riferimenti valoriali della nostra città". Il consigliere leghista Giorgio Pollastrelli, che si occupa della toponomastica, respinge facili ironie e ricorda che "il rapporto di Civitanova con la comunità Lakota risale a dieci anni fa". "Rischiamo di diventare lo zimbello. Ma Toro Seduto era di destra o di sinistra? Pollastrelli non ha dubbi: "Era un leghista doc, amava e difendeva la sua terra e l'identità del suo popolo".
Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2023
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli