Alternative investments: Cherry Bank apre una nuova business line

- di: Barbara Bizzarri
 

Cherry Bank, banca specializzata in servizi di supporto alle imprese, creazione di valore dalla trasformazione di portafogli NPL e acquisto di crediti fiscali, crea la divisione Alternative Investments’, una nuova business line con l’obiettivo di diversificare i propri servizi nel comparto dei patrimoni gestiti. Un percorso iniziato con l’assunzione di Andrea Florio, che vanta una consolidata esperienza nell’ambito del risparmio gestito, dapprima come CFO e Responsabile del Business Development di Finanziaria Internazionale SGR e, in seguito, come Direttore Generale di Natissa SGR, appartenente all’investitore americano Bain Credit Capital: una nuova ed importante risorsa interna che si è fin da subito dedicata alle attività di raccolta presso il mercato di manifestazioni di interesse per l’investimento volto proprio all’apertura, attualmente definitiva, della nuova divisione di Cherry Bank.

Alternative investments: Cherry Bank apre una nuova business line

«I prodotti che offriamo nella nostra nuova business line consentiranno agli investitori di assumere un’esposizione su mercati/asset class con rendimenti interessanti altrimenti non accessibili - ha dichiarato Giovanni Bossi, AD di Cherry Bank - Ci siamo limitati ad integrare un modello di business attraverso la nascita di una Divisione, che completa alcuni servizi offerti dalla Banca. La Divisione Alternative Investments beneficerà di nuove risorse che arricchiscono le competenze della Banca, ma si integra perfettamente in una piattaforma matura e completa per l’attività di asset management: capacità di origination, modello organizzativo solido, team dedicati e relazioni con gli investitori sono le chiavi di successo su cui puntiamo. Nel dettaglio, nella prima fase il mandato di gestione si focalizzerà sul settore del fixed income prediligendo investimenti su titoli obbligazionari quotati e non quotati, titoli di debito emessi o garantiti da Stati, Enti locali, società industriali e commerciali, strumenti del mercato monetario e finanziari. Successivamente saranno previsti investimenti nel settore NPLs attraverso nuove linee di gestione dedicate. Si tratta di un’offerta diversificata quale tratto distintivo fondamentale rispetto alle tradizionali reti che gestiscono al loro interno solo fondi tradizionali. Questi prodotti bancari, infatti, sono sempre più richiesti dalla clientela professionale ed istituzionale, due settori di investimento fortemente customizzati e orientati ad esigenze specifiche».

Il Magazine
Italia Informa n° 2 - Marzo/Aprile 2024
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli