Regno Unito: i sindacati chiedono un allentamento dei vincoli della Brexit

- di: Redazione
 
La carenza di lavoratori ha paralizzato l'attività delle stazioni di servizio del Regno Unito, ha lasciato vuoti gli scaffali dei supermercati e sta costringendo le fattorie ad abbattere i maiali. Ora anche il settore finanziario britannico inizia a soffrire. E la situazione, dicono allarmati i leader sindacali, potrebbe peggiorare molto quest'inverno se il governo britannico non deciderà di allentare le regole sull'immigrazione, varate con l'avvio della Brexit.

Brexit: i sindacati richiedono un allentamento delle regole sull'immigrazione

È un coro quasi generale di proteste quello che si leva dai settori produttivi del Paese: agricoltori, banchieri, rivenditori, trasportatori e ristoratori da settimane sostengono che le regole più severe sull'immigrazione messe in atto dopo che la Gran Bretagna ha lasciato l'Unione Europea stanno rendendo difficile trovare lavoratori e mantenere le loro attività in funzione.

I supermercati sono alle prese con enormi difficoltà legate all'approvvigionamento di alcuni alimenti specifici a causa della Brexit. Ad esempio, i ristoranti della catena McDonald's non servono più alcuni dei suoi prodotti più venduti di cui hanno da tempo esaurito le scorte. Stessi problemi per il settore alimentare, con i trasformatori di carne che non riescono a tenere il passo con la domanda e gli allevatori che avvertono che non ci saranno abbastanza tacchini a Natale. I macelli, da parte loro, non possono far fronte al numero di suini allevati.

Anche le banche lanciano allarmi: The City UK, che rappresenta l'enorme industria dei servizi finanziari del Regno Unito, ha dichiarato giovedì che i suoi membri stanno vedendo "un aumento significativo dei costi'' per accaparrarsi i migliori talenti. Senza di essi, dicono i banchieri, non saremo in grado di innovare in aree di crescita come FinTech o finanza verde, né costruire le nostre reti commerciali internazionali.

Il settore finanziario chiede, quindi, al governo di facilitare l'arrivo dei lavoratori nel Regno Unito per brevi periodi. Vuole anche che il governo negozi con altri Paesi la possibilità di consentire ai lavoratori di entrare nel Paese senza ulteriori difficoltà. La scorsa settimana la carenza di conducenti di cisterne ha costretto alcune stazioni di servizio a chiudere, provocando enormi disagi. Il governo ha risposto con misure di emergenza che includevano 5.000 visti temporanei per camionisti stranieri.
Il Magazine
Italia Informa n° 5 - Settembre/Ottobre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli