Borse: inizio di settimana contrastato per i pochi mercati asiatici aperti

- di: Redazione
 
Con la maggior parte dei mercati chiusi per festività, i mercati dell'are Asia-Pacifico hanno avuto un inizio di settimana contrastato. L'indice S & P/ASX 200 australiano è scivolato dello 0,3% a 7.621,10, al contrario del Sensex indiano, che è salito dello 0,1% a 71.647,74. Il SET tailandese è cresciuto dello 0,1% e a Giacarta il benchmark ha guadagnato lo 0,6% in vista delle elezioni che si terranno mercoledì.

Borse: inizio di settimana contrastato per i pochi mercati asiatici aperti

I mercati della Cina continentale chiusi per la settimana del Capodanno lunare. Anche i mercati di Tokyo sono rimasti inattivi oggi, per un giorno di vacanza.
L'attenzione quindi si sposta sugli Stati Uniti, quando, questa settimana, arriverà un importante aggiornamento sulle aspettative di inflazione al consumo. Giovedì il Giappone annuncerà la crescita del PIL per l’ultimo trimestre del 2023.

Venerdì, l'indice S & P 500 è salito dello 0,6%, chiudendo per la prima volta sopra i 5.000, a 5.026,61. È stato il decimo record in meno di un mese per l'indice, che ha chiuso la sua 14esima settimana vincente nelle ultime 15 per continuare un divertimento iniziato intorno ad Halloween. Il Nasdaq composito è balzato dell’1,2% portandosi allo 0,4% dal suo massimo storico, fissato nel 2021. Ha chiuso a 15.990,66.

Il Dow Jones Industrial Average è rimasto indietro, scivolando dello 0,1% a 38.749 punti dopo aver stabilito un record.
Venerdì i titoli delle Big Tech hanno trascinato il mercato, come fanno da più di un anno. Nvidia, Microsoft e Amazon sono state le tre forze più forti che hanno sollevato l'S & P 500 dopo essere aumentate ciascuna di almeno l'1,6%.
Negli altri scambi di lunedì, il petrolio greggio di riferimento statunitense ha perso 38 centesimi a 76,46 dollari al barile nel commercio elettronico sul New York Mercantile Exchange. Venerdì ha guadagnato 62 centesimi.
Il greggio Brent, lo standard internazionale, ha perso 37 centesimi a 81,82 dollari al barile.
Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2023
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli