Australia punta alle zero emissioni entro il 2050

- di: Redazione
 
L'Australia ha annunciato di porsi l'obiettivo di zero emissioni per il 2050. Si tratta ancora di una semplice dichiarazione d'intenti, ma che appare significativa venendo, pochi giorni prima della conferenza sul clima delle Nazioni Unite, dal più grande esportatore di carbone del mondo, che comunque non ha intenzione di rafforzare i suoi obiettivi a breve termine.

L'Australia punta alla sostenibilità: obiettivo zero emissioni al 2050

''Gli australiani vogliono un piano a zero emissioni nette per il 2050 che faccia ciò che è necessario sui cambiamenti climatici e garantisca il loro futuro in un mondo che cambia", ha dichiarato il primo ministro conservatore Scott Morrison nell'annunciare la decisione. Comunque, non è stato reso noto come l'Australia intende raggiungere la neutralità del carbonio. Il piano annunciato da Morrison prevede l'equivalente di 13 miliardi di euro di investimenti, ma si basa in gran parte su acquisti di diritti per inquinare e tecnologie ritenute dagli esperti non ancora provate.

Peraltro, Morrison si è rifiutato di aumentare in modo significativo gli obiettivi di riduzione delle emissioni per il 2030, considerati cruciali per affrontare in modo significativo il cambiamento climatico.
Comunque, l'Australia ha già accettato di ridurre le proprie emissioni di gas serra dal 26% al 28% entro il 2030 rispetto ai livelli del 2005. Il primo ministro australiano ha anche ribadito il suo sostegno all'industria mineraria e del gas. L'obiettivo della neutralità del carbonio per il 2050 "non fermerà la nostra produzione di carbone o gas, né le nostre esportazioni", ha affermato in una conferenza stampa. "Non costerà alcun posto di lavoro in agricoltura, nell'estrazione mineraria o del gas".
"Non riceveremo lezioni da altri che non capiscono l'Australia. Il modo australiano è come fai le cose, non se le farai. Si tratta di arrivarci" , aveva scritto in precedenza in un testo reso pubblico dal suo ufficio.

L'Australia è il più grande esportatore mondiale di carbone, su cui si basa gran parte della sua produzione di elettricità, e ha resistito a lungo all'adozione di un obiettivo di emissioni zero.
L'impegno per il 2050 arriva pochi giorni prima della partenza di Morrison per il vertice delle Nazioni Unite sul clima
Di fronte a ripetute siccità, incendi e inondazioni negli ultimi anni, gli australiani sono sempre più consapevoli dei pericoli del riscaldamento globale. Secondo un sondaggio pubblicato all'inizio di quest'anno, il 78% della popolazione sostiene l'obiettivo della neutralità del carbonio entro il 2050 e il 63% approverebbe il divieto di nuove miniere di carbone nel Paese.
Il Magazine
Italia Informa n° 5 - Settembre/Ottobre 2021
Iscriviti alla Newsletter
 
Le ultime Notizie