Saranno famosi nel vino: etichette in passerella a Firenze. E l’enologia diventa un talent show

- di: Barbara Leone
 
Cambiare l’approccio al mondo dell’enologia e mettere letteralmente in passerella le bottiglie di vino. È questo l’obiettivo di “Saranno Famosi nel Vino”, il nuovo evento/format che si svolgerà alla Stazione Leopolda di Firenze il 3 e 4 dicembre prossimi. Non modelle e modelli, ma bottiglie che sfileranno in passerella in quello che è il primo vero e proprio talent show del vino italiano, che metterà insieme i migliori vini italiani creati nelle ultime cinque vendemmie e le migliori cantine sorte negli ultimi dieci anni. In tutto oltre 200 etichette emergenti, con grandi ambizioni e il desiderio di farsi scoprire dai wine lovers, buyers, ristoratori e sommelier in una atmosfera nuova, giocosa, ma al tempo stesso seria coordinata da partner d’eccezione come Ais Toscana (Associazione italiana sommelier della Toscana).

Saranno famosi nel vino: etichette in passerella a Firenze

“L’evento spiega il presidente Cristiano Cini - ha il profilo del talent show e insegna ai produttori emergenti la strada verso il successo: workshop per video e foto, interviste con wine influencer e wine blogger, degustazioni private con campioni sommelier per scoprire i propri punti di forza. Il tutto in un’atmosfera festaiola e leggermente trasgressiva per il mondo del vino. Il pubblico troverà anche un contest con un test per valutare la propria competenza enologica, un wine tour guidato da sommelier professionisti in una ‘passerella’ nella quale vedremo sfilare le prossime ‘collezioni’, cioè le nuove etichette e le nuove ‘maison’, cioè le cantine appena nate”.

Un evento pensato per rivoluzionare il mondo del vino, e che si distingue da tutti gli altri già esistenti. Innanzitutto perché rivolto a chi vuole scoprire gioielli enologici ancora poco noti. In secondo luogo perchè offre l’opportunità di imparare cose nuove attraverso una serie di esperienze che coinvolgono sia i visitatori che le cantine partecipanti. Per i winelover saranno in programma l’assaggio dei vini delle cantine partecipanti, oltre a piccole prelibatezze gastronomiche soprattutto incentrate sull’olio extravergine di oliva. Inoltre i sommelier di Ais Toscana  proporranno una serie di esperienze come l’assaggio bendato che aiuta a capire le proprie capacità percettive e un wine tour tra le cantine partecipanti, guidato da un sommelier professionista. La rivoluzione dell’evento riguarda anche il mondo dei produttori: per le cantine partecipanti si tratta di un vero e proprio “corso per diventare famosi”. E’ inoltre prevista un’area per interviste, riprese tv e incontri con comunicatori del vino a cui, almeno, in parte, il pubblico potrà assistere.

Ed ancora incontri one2one di 15 minuti dei produttori con sommelier di chiara fama come Simone Loguercio (Miglior Sommelier d’Italia 2019-2020) e Davide D’Alterio (Miglior Sommelier della Toscana nel 2017 nonché Master del Lambrusco nel 2018 e Master del Sangiovese nel 2020). Nel corso della manifestazione, che verrà inaugurata il 3 dicembre alla presenza delle Istituzioni e del Sottosegretario all’Agricoltura Patrizio Giacomo La Pietra, Ais Toscana presenterà la Guida Vitae 2023 e darà il benvenuto al nuovo presidente nazionale Sandro Camilli, che consegnerà i diplomi alle cantine insignite delle 4 viti. La Delegazione Toscana Ais, forte dei suoi 4300 iscritti, terrà inoltre a battesimo il suo nuovo progetto “Eccellenza di Toscana”, che trasforma in una guida regionale la ciclopica esperienza di assaggio, screening e conoscenza dei luoghi, sull’intera produzione enologica toscana. Partner d’eccezione della manifestazione anche il Consorzio di tutela dell’olio extravergine d’oliva toscano Igp, dal momento che protagonista dell’evento sarà proprio anche il famoso olio toscano Igp attraverso mini corsi di degustazione e approccio all’extravergine di qualità, oltre a momenti di assaggio e presentazione del prodotto.

Proprio Ais Toscana, dopo l’inaugurazione che si terrà sabato 3 dicembre alle 11,00 alla presenza delle Istituzioni e del Sottosegretario all’Agricoltura Senatore Patrizio Giacomo La Pietra, il Presidente nazionale Sandro Camilli incontrerà i delegati, i soci e i produttori. La Delegazione Toscana AIS, forte dei suoi 4300 iscritti terrà a battesimo il suo nuovo progetto “Eccellenza di Toscana” che trasforma in una guida regionale la ciclopica esperienza di assaggio, screening e conoscenza dei luoghi, sull’intera produzione enologica toscana che sarà presentata sabato alle ore 16,00 quando sarà illustrato l’ultimo numero della rivista “Sommelier Toscana” e la nuova strategia di comunicazione di Ais Toscana.  Nella due giorni inoltre ci saranno le degustazioni guidate da sommelier che come tutor guideranno gli appassionati alla ricerca dei vini in degustazione, oltre a corsi rapidi per approcciarsi al vino. Domenica alle ore 11,30 sarà presentata la Guida Vitae 2023 dando il benvenuto al nuovo presidente nazionale Sandro Camilli che consegnerà gli attestati alle cantine insignite delle 4 viti, il tutto anticipato dalla presentazione del progetto di collaborazione di Ais Toscana con l’Associazione I ragazzi di Sipario, cooperativa sociale senza fini di lucro che persegue l’obiettivo  di offrire opportunità di lavoro a persone con disabilità e favorirne l’inclusione sociale sostenendo i valori di promozione umana e integrazione sociale dei cittadini.

Protagonista anche l’Olio Toscano Igp. Il Consorzio di tutela dell’Olio Extravergine d’Oliva Toscano Igp sarà uno dei partner della manifestazione. All’interno del programma sarà presente con le “Pillole di Olio”, mini corsi di degustazione e approccio all’extravergine di qualità, oltre a momenti di assaggio e presentazione del prodotto.
Il Magazine
Italia Informa n° 5 - Settembre/Ottobre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli