KME Group: nel primo semestre 2023, risultato consolidato netto positivo per 32,5 milioni

- di: Daniele Minuti
 
Nella foto, Vincenzo Manes, Presidente del CDA di KME Group

KME Group si mette alle spalle il primo semestre del 2023 con un risultato consolidato netto positivo per 32,5 milioni di euro, mentre il risultato ante componenti non ricorrenti è positivo per 52 milioni di euro (dai 12,2 milioni di euro registrato nello stesso periodo del 2022).

KME Group: nel primo semestre 2023, risultato consolidato netto positivo per 32,5 milioni

I ricavi consolidati del periodo analizzato ammontano a 1.072,3 milioni di euro totali, un risultato in crescita di 4,6 punti percentuali rispetto al primo semestre dell'anno precedente. Al netto del valore delle materie prime, i ricavi sono invece passati da 229 milioni a 348,2 milioni, con un aumento del 52%.

La medesima grandezza a perimetro omogeneo (considerando cioè il consolidamento di Trefimetaux e Serravalle Copper Tubes, in precedenza classificate come attività in dismissione, dal 1° gennaio 2023 e delle società acquisite da Aurubis il 1° agosto 2022), registra invece una diminuzione dei ricavi di 20,5 punti percentuali, con quelli al netto delle materie prime saliti invece di 15,7 punti percentuali, fino a 47,3 milioni di euro.

Forte crescita dell'EBITDA, arrivato a 103,2 milioni di euro e salito di 126,3 punti percentuali su base annua, con i dati del 2022 che incluedvano anche il contributo dei business Speciali e Wires ceduti. L’EBIT invece sale a 80,1 milioni di euro, quasi 50 milioni in più rispetto al 2022.

La Posizione Finanziaria Netta Riclassificata, escludendo le passività per leasing in base all’IFRS 16, la valutazione al fair value degli strumenti finanziari e la passività finanziaria IFRS originata dall’operazione di sale & lease back, realizzata nel dicembre 2022 con riferimento agli immobili di Osnabrück, è positiva per 61,9 milioni. Una crescita legata ai proventi derivanti dalle operazioni straordinarie di disinvestimento dalla joint venture KMD e dal cash flow derivante dall’operatività. L’Indebitamento Finanziario Netto è pari a circa 34,5 milioni.
 
Inoltre, il CdA ha conferito mandato per la convocazione, entro il 29 febbraio 2024, dell'assemblea straordinaria per deliberare in merito alla fusione inversa di KME Group nella controllata KMH.
Notizie della stesso argomento
Trovati 81 record
Pagina
1
19/07/2024
Rapporto 2024 “Italian Maritime Economy”: SRM presenta i nuovi scenari competitivi
19/07/2024
Leonardo: rinnovata la Certificazione del Sistema Anticorruzione
19/07/2024
IEG: al via cantiere per due strutture temporanee alla Fiera di Rimini
19/07/2024
Hera celebra i dieci anni di AcegasApsAmga: una storia di futuro per il Nordest
19/07/2024
Case in vendita in calo in Italia: Roma -10%, Milano in controtendenza con +3%
19/07/2024
Rapporto SIAE, Pasca (SILB-FIPE): “Settore sale da ballo in ripresa, ma serve trovare nuov...
Trovati 81 record
Pagina
1
Il Magazine
Italia Informa n° 3 - Maggio/Giugno 2024
Newsletter
 
Iscriviti alla nostra Newsletter
Rimani aggiornato su novità
eventi e notizie dal mondo
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli